Quantcast

conti 2020

Raccolta di marzo, Banca Generali: ondata di flussi sulla liquidità

I primi riflessi della pandemia iniziano a materializzarsi sui mercati, ma la raccolta dell'istituto regge con 517 milioni, di cui 92 provenienti dall'attività di Lux Im. Il risultato è in flessione di 22 milioni rispetto a febbraio

Generali apre il suo hub per il private banking del futuro

Gian Maria Mossa, ad di Banca Generali

Banca Generali affronta i risultati della raccolta netta totale del marzo appena passato. I primi riflessi della pandemia si sentono ma l'attività regge e si assesta su una quota 517 milioni con una flessione di 22 milioni rispetto ai 539 di febbraio. Da inizo anno la raccolta raggiunge 1 miliardo e 494 milioni. 

Le gestioni tematiche decorrelate e le opportunità della nostra sicav Lux Im, stanno attirando l’attenzione dei risparmiatori verso i piani di accumulo programmato, reattivi alle oscillazioni di mercato (Mossa, ad Banca Generali)

Con i mercati finanziari internazionali messi a dura prova dall'emergenza sanitaria italiana e globale ancora in corso, pressoché tutte le asset class dell'istituto di credito dell'ad Gian Maria Mossa sono state negativamente impattate.

L'estrema volatilità spinge i flussi di investimento verso la liquidità dei conti correnti o verso soluzioni amministrate (746 milioni nel mese e 1,35 miliardi da inizio anno). Tra le soluzioni amministrate, i prodotti strutturati registrano 69 milioni.

Si segnalano flussi in uscita principalmente dai fondi di terzi e in misura più limitata da alcune linee di gestione. I fondi comuni segnano a marzo -159 milioni, rispetto alla crescita di 209 di febbraio. Crescono i contratti di consulenza evoluta, mentre gli asset complessivi si sono attestati a 4,6 miliardi, risentendo della situazione dei mercati. 

Nell’ambito della componente gestita, la sicav di casa Lux Im ha realizzato una raccolta positiva di 92 milioni nel mese e 540 milioni da inizio anno. Il dato positivo, spiega l'istituto, riflette il crescente ricorso alle formule di accumulo avviate negli ultimi mesi del 2019 per consentire un ingresso graduale sui mercati.

Anche i prodotti di risparmio gestito assicurativi sono risultati sostanzialmente stabili, confermando la natura difensiva di queste soluzioni che sono meno soggette alle variazioni di mercato. Complessivamente il gestito ha segnato un deflusso di 229 milioni, un valore contenuto rispetto alle masse gestite (in positivo il totale da inizio anno a 140 milioni).

leggi anche | Generali: in arrivo 100 milioni per le piccole imprese in emergenza

“Il gran lavoro fatto nella diversificazione dell’offerta", commenta l'ad Mossa, "con le gestioni tematiche decorrelate e le opportunità della nostra sicav, stanno attirando l’attenzione dei risparmiatori nei piani di accumulo programmato che consentono di contenere le variabili dalle oscillazioni dei mercati. La fiducia che ci arriva dai clienti è la risposta che stiamo andando nella direzione giusta con l’auspicio di poter al più presto affrontare gli scenari di una ripresa per il Paese”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo