Reti di consulenti finanziari

Banca Mediolanum vince la tappa più dura, FinecoBank e Banca Generali inseguono

L’istituto del gruppo di Basiglio trionfa nel mese di marzo, quello della piena emergenza Covid-19. Tutti gli operatori in raccolta netta positiva tranne uno

del supereroe che corre in aiuto dei clienti

Massimo Doris , ad di Banca Mediolanum

Banca Mediolanum vince la tappa più dura, quella del mese di marzo, della piena pandemia. Per fare un paragone col ciclismo, che farebbe sicuramente piacere al patron Ennio Doris, grande appassionato delle due ruote, è come aver vinto una di quelle tappe alpine in salita che hanno fatto la storia del Giro d’Italia. La rete dell’istituto di Basiglio guidata dall’ad Massimo Doris ha ottenuto il primo posto del ranking Assoreti con una raccolta netta positiva di 1,16 miliardi euro di cui 63 milioni in risparmio gestito. Secondo posto per FinecoBank con una produzione al netto dei deflussi di 802 milioni di euro (ma un gestito in rosso per 747 milioni di euro). Terzo gradino del podio per Banca Generali con 517 milioni di euro (-229 in gestito). Segue Allianz Bank con 390 milioni di euro (positivo anche il gestito con 3 milioni di euro), quinto il gruppo Fideuram con 331 milioni di euro di nuovi afflussi (ma il rosso più consistente del ranking in gestito per -1,1 miliardi di euro). Più dietro Azimut con 194 milioni di euro 8-35 milioni in gestito), i Life banker di Bnl Bnp Paribas con 108 milioni (-38 in gestito), CheBanca! con 103 milioni (-16 in gestito). E ancora: Deutsche Bank Financial Advisors con 70 milioni (-52 in gestito) IWBank con 69 milioni di euro (-69 in gestito), il gruppo Credem con 65 milioni (-201 in gestito), Widiba con 28 milioni 8-74 in gestito). Fanalino di coda Consultinvest, unica realtà tra le reti con la produzione in rosso a marzo con -6 milioni di euro (-15 in gestito).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo