Trimestrale

Azimut, l'utile netto cala ma la raccolta di aprile consola

Il gruppo presieduto da Pietro Giuliani dimezza l'utile netto conseguito nel primo trimestre del 2019. Le buone notizie: confermato il 20 maggio il pagamento del dividendo di un euro per gli azionisti e la raccolta netta che ha raggiunto quota 1,2 miliardi di euro a fine aprile

 Azimut, l'utile netto cala ma la raccolta di aprile consola

Pietro Giuliani, presidente di Azimut Holding

Azimut chiude il trimestre al 31 marzo 2020 con un utile netto di 48,5 mln, quasi dimezzato rispetto ai 90,9
milioni del primo trimestre 2019. L'utile netto normalizzato è di 59 milioni. I ricavi sono stati 228 mln, in calo dai 247,5 milioni nel primo trimestre 2019. "I nostri sforzi sono rivolti a superare il periodo di crisi, rispettando allo stesso tempo gli impegni con gli azionisti a cui verrà distribuito il 20 maggio un dividendo di 1 euro per azione interamente cash, emergendo ancora determinati per continuare a crescere", spiega il presidente Pietro Giuliani. La raccolta netta a fine aprile è pari a 1,2 miliardi, il patrimonio complessivo a fine aprile 53,6 miliardi (51,4 miliardi a fine marzo 2020).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo