risparmio gestito

Assogestioni, la pandemia pesa: deflussi per 12 miliardi nel primo trimestre

La flessione della raccolta per le gestioni collettive ammonta a circa 11 miliardi, pari a 1,2 miliardi invece le uscite per le gestioni di portafoglio

Assogestioni, la raccolta frena ad aprile. Quanti deflussi per i big

Nel primo trimestre dell'anno, l'industria del risparmio gestito ha registrato deflussi complessivi per 12  miliardi di euro. La flessione della raccolta per le gestioni collettive ammonta a circa 11 miliardi, pari a 1,2 miliardi invece le uscite per le gestioni di portafoglio. Il bilancio del trimestre è condizionato dalle incertezze sui mercati sorte per l'emergenza sanitaria connessa alla diffusione del Covid-19. E' quanto comunica Assogestioni e riporta l'agenzia Adn Kronos.

Il sistema, viene ricordato, gestisce un patrimonio di oltre 2.14 0 miliardi di euro. Il 52% delle masse è investito in gestioni di
portafoglio, mentre il restante 48% è impiegato in fondi comuni apertie chiusi (le gestioni collettive). Il dettaglio dei fondi aperti testimonia la preferenza dei risparmiatori italiani nel trimestre per i fondi monetari (+8,2mld) e per i bilanciati (+755mln).

Il dato di raccolta registrato dalle gestioni di portafoglio risente in particolare del trasferimento da parte del gruppo Credem di un mandato di gestione infragruppo delle polizze assicurative unit linked da Euromobiliare AM Sgr a Credemvita. L'operazione comporta l'uscita dal perimetro della rilevazione Assogestioni di circa 3 miliardi di euro, registrati in diminuzione del patrimonio gestito e come raccolta netta negativa. Il fenomeno non è collegato a disinvestimenti della clientela: le succitate masse restano all'interno del gruppo Credem.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo