covid-19 & politica monetaria

Giappone, in arrivo 30 trilioni di yen in liquidità straordinaria

La manovra di allentamento monetario ( pari a 278 miliardi di dollari) è stata annunciata per giugno dal governatore della banca centrale del paese. L'istituto ha già portato il limite massimo degli acquisti di bond societari a 20 trilioni di yen

Haruhiko Kuroda, governatore della Bank of Japan

Haruhiko Kuroda, governatore della Bank of Japan

Anche la Banca del Giappone mette mano al sistema monetario e annuncia l'immissione di liquidità straordinaria per sostenere l'erogazione di credito da parte delle banche, messa in crisi dalla pandemia di Covid-19, che adesso rischia di far cadere l'intera isola in una recessione. La misura in arrivo avrà un valore di 30 mila miliardi di yen (278 miliardi di dollari) 30 trilioni di yen (279 milioni di dollari) e partirà a giugno.

L'allentamento monetario farà salire a 75 trilioni di yen gli interventi della banca diretta da Haruhiko Kuroda risposta alla crisi del coronavirus. Alla fine di aprile, l'istituto ha aumentato il limite massimo per gli acquisti di obbligazioni societarie a circa 20 trilioni di yen

Nei soli primi tre mesi del 2020, la terza economia del mondo ha subito, a causa della pandemia, una contrazione ad un tasso annualizzato del 3,4%. Una tendenza già vista l'anno scorso con una contrazione del 7,3% nell'ultimo trimestre, il più grande calo degli ultimi cinque anni, dopo che il governo del primo ministro Shinzo Abe ha aumentato l'imposta sui consumi dall'8 al 10% il primo ottobre. Il Parlamento giapponese ha approvato un bilancio suppletivo di 25,69 trilioni di yen alla fine di aprile, con il governo che ha erogato 100.000 yen (circa 929 dollari) a tutti i residenti nel Paese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo