covid-19 & politica monetaria

India verso la recessione, l'allarme della banca centrale del Paese

Il governatore della Reserve Bank of India, Shaktikanta Das, ha annunciato tagli dei tassi di riferimento di 40 punti base nel tentativo di aumentare la liquidità del sistema

India verso la recessione, l'allarme della banca centrale

L'India potrebbe scivolare nella zona negativa nel 2020-2021 a causa dell'impatto di Covid-19. La stima è del governatore della Reserve Bank of India, Shaktikanta Das (in foto).

Come riportato da Adnkrons, Das ha anche annunciato tagli dei tassi di riferimento di 40 punti base nel tentativo di aumentare la liquidità del sistema. La banca nazionale del Paese ha tagliato il tasso di riacquisto che addebita sui prestiti alle banche commerciali al 4 per cento, scendendo dal 4,45%. Ha ridotto al 3,35% il pronto contro termine, il tasso a cui prende in prestito i titoli delle banche commerciali.

Dal 25 marzo l'India ha subito un blocco a livello nazionale, ma nelle ultime settimane ha gradualmente aperto l'attività economica. "L'attività economica interna ha subito un forte impatto", ha detto Das, "esacerbata da un crollo della domanda". Il governatore non ha fornito alcun dato previsionale, ma ha affermato che ci sarebbe stata maggiore chiarezza sull'entità della contrazione del Pil, dato che l'impatto della chiusura di Covid-19 sarà più chiaro entro la fine di maggio.

"Una graduale ripresa è prevista nella seconda metà del 2021", ha aggiunto il direttore della banca. "L'economia globale si sta inevitabilmente dirigendo verso una recessione, con le economie emergenti che si prevede registrino una contrazione dal 2,9 al 6,8%".

L'India sta combattendo con un rallentamento della crescita del prodotto interno lordo anche prima dello scoppio del nuovo coronavirus. Il tasso del Pil si era ridotto a un minimo decennale del5 per cento, secondo i dati finanziari 2019-2020. L'anno finanziario dell'India va da marzo ad aprile. Das ha anche annunciato diverse misure per stimolare la domanda, sostenere il commercio e alleviare le tensioni finanziarie.

Il Paese sta vivendo in queste ore un allarme meterologico di dimensioni epocali con l'arrivo del ciclone Amphan che sta colpendo, al confine con il Bangladesh, enormi masse di popolazione. Al momento sono 84 le vittime del fenomeno atmosferico che ieri ha raggiunto Calcutta, lasciando milioni di persone senza energia elettrica e senza linee telefoniche. Il primo ministro del Bengala Occidentale, Mamata Banerjee, ha parlanto di "danni peggiori del Covid-19", il quale avanza nel Paese indiano ad un ritmo di 6 mila infezioni al giorno

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo