risultati commerciali

Reti, raccolta positiva nel trimestre
a prova di pandemia

La raccolta netta delle reti di consulenti finanziari è stata pari a 11,6 miliardi di euro, con una crescita dell’11,1% rispetto al trimestre precedente e un incremento tendenziale del 45,6%

Reti più forti della pandemia: raccolta netta positiva a marzo

Paolo Molesini, presidente di Assoreti

Nei primi tre mesi del 2020 la raccolta netta delle reti di consulenti finanziari è stata pari a 11,6 miliardi di euro, con una crescita dell’11,1% rispetto al trimestre precedente e un incremento tendenziale del 45,6%. Dunque l'effetto depressivo della pandemia non si è visto sull'azione commerciale delle reti. Il bilancio è positivo per le gestioni individuali e per il comparto assicurativo/previdenziale, con gli investimenti netti in Gpf, unit linked e polizze multiramo in crescita rispetto al primo trimestre del 2019, mentre la raccolta netta diretta in fondi è, negativa per effetto dei riscatti realizzati nel mese di marzo. Importante il volume degli investimenti netti realizzati su titoli azionari e certificate, ma il maggiore flusso di risorse coinvolge conti correnti e depositi tra disinvestimenti dalle altre componenti del portafoglio e, soprattutto, acquisizione di nuova clientela; superata, infatti, la soglia dei 4,5 milioni di clienti (+1,1%) con 71 mila nuovi ingressi nei primi tre mesi.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo