immobiliare

Terza età e real estate, un amore messo in crisi della pandemia

Secondo uno studio di Tecnocasa, l'8% delle 670.000 transazioni residenziali del 2019 è stato effettuato da pensionati. Un dato in crescita che dimostra il dinamismo della fascia di popolazione più presa di mira dal Covid-19

Brasile, bene la riforma pensionistica, ma poche speranze per la crescita economica

L'analisi delle compravendite immobiliari ad uso residenziale avvenute in Italia nel 2019 realizzata da Tecnocasa e Tecnorete rivela un interessante fenomeno in crescita nel Paese, che l'epidemia di Covid-19 rischia di spegnere proprio nella sua fase di crescita. Quello delle transazioni nelle fasce di età più alte della popolazione. 


Il 66,3% dei pensionati che ha acquistato attraverso le agenzie del gruppo Tecnocasa è una coppia oppure una coppia con figli, il 18,9% è single

Delle 670.000 transazioni residenziali (fonte: Agenzia delle Entrate), l'8% è stato effettuato da pensionati. Tradotto in case, stiamo parlando di 53mila immobili venduti o acquistati da persone dai 70 anni in su. Un dato in crescita rispetto al 7,9% del 2018.

Secondo i dati aggiornati al 30 aprile dell'Istat, dal primo gennaio a fine aprile, le morti nella fascia di età dagli 80-89 anni sono aumentate di oltre 52 punti percentuali rispetto alla media degli stessi mesi tra il 2015 e il 2019. Seguono gli over 90 con un incremento del 48%. 

L'accanimento del virus sui cittadini anagraficamente più maturi andrà ad incidere anche sul segnale di crescita indicato oggi da Tecnocasa, così come sul resto delle componenti del Pil nazionale. L’osservatorio dell’Agenzia delle Entrate ha comunicato i risultati del primo trimestre dell'anno: -19,3% delle compravendite totali di abitazioni nuove e usate rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. 

Quello della terza età è un "target dinamico sul fronte immobiliare", scrive Tecnocasa, "che si muove sul mercato nel 66,4% dei casi per acquistare l'abitazione principale, 23,8% per motivi di investimento e nel 9,8 per l'acquisto della casa vacanza. Il 66,3% delle persone in questa categoria, che ha acquistato attraverso le agenzie del gruppo Tecnocasa, è una coppia oppure una coppia con figli; il 18,9% è single; il 12,4% è vedovo; e il 2,4% è separato/divorziato". 

Le compravendite dei pensionati si sono concentrate maggiormente sui trilocali, seguiti dai bilocali e dai quattro locali. Rispetto al 2018 l'ufficio studi del gruppo immobiliare registra un leggero aumento della percentuale di acquisto di soluzioni indipendenti e semindipendenti. In generale, rispetto a due anni fa, crescono le percentuali di acquisto di tipologie ampie, a partire dai 4 locali in su.

Proprio oggi, la società di finanziamenti con cessione del quinto, Ibl family (controllata di Ibl banca e partecipata da Tecnocasa), comunica un incremento nel 2019 dei volumi finanziati al target pensionati del 91% rispetto al 2018, pari a 37 milioni di euro. La fascia dei dipendenti pubblici è cresciuta del 54% e del 44% quella dei dipendenti privati.

Il prestito con cessione del quinto, originariamente nato per i dipendenti pubblici e statali, è stato successivamente esteso ai pensionati e si è affermato nel tempo come una forma di finanziamento più facilmente accessibile di altre e sostenibile. La rata mensile non può infatti superare un quinto della pensione percepita, evitando così di esporre il cliente al rischio di un indebitamento a cui non può fare fronte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo