Il verdetto di Ocf

GWA Scf radiata dall’albo unico
dei consulenti finanziari

La società ha subito il provvedimento per "la violazione delle disposizioni in materia di requisiti d’indipendenza" e per aver trasmesso all’Organismo, in sede di ispezione, “documenti non rispondenti al vero”

GWA Scf radiata dall’albo unico dei consulenti finanziari

Arriva il primo provvedimento di radiazione per una Scf. A irrogare la massima e più severa sanzione è Ocf, nell’ambito dei suoi nuovi compiti di vigilanza sugli iscritti all’albo unico dei consulenti finanziari (che ha una sezione dedicata anche alle società di consulenza finanziaria). A subire il durissimo provvedimento è invece la Global Wealth Advisory Scf (GWA Scf). L’Ocf ha contestato a GWA, ai sensi dell’articolo 196, comma 2, del Tuf, la violazione delle seguenti disposizioni normative: l’articolo 18-ter del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, per aver violato le disposizioni relative ai requisiti di indipendenza; l’articolo 162, comma 1 del Regolamento Intermediari, adottato con delibera Consob n. 20307 del 15 febbraio 2018, in combinato disposto con l’art. 153, comma 4, dello stesso Regolamento, per aver trasmesso all’Organismo, in sede di ispezione (congiunta dell'Ufficio Vigilanza e della Guardia di Finanza, ndr), documenti non rispondenti al vero. Dopo memorie e controdeduzioni difensive della società, l’Ocf (affermando nel provvedimento “con riguardo alla gravità delle suddette condotte va rilevato che l’esercizio della consulenza finanziaria in condizioni di non indipendenza verso intermediari finanziari ed emittenti, nonché l’occultamento di tale contingenza all’Organismo, costituiscono elementi di particolare rilevanza, tali da compromettere radicalmente l’affidabilità della società di consulenza finanziaria nei confronti della clientela e dei potenziali investitori”), ha infine deliberato la radiazione di Gwa dall'albo unico dei consulenti finanziari.
 
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo