private asset

L'ultimo acquisto di Schroders
è il gestore immobiliare Pamfleet

Pamfleet attualmente gestisce un patrimonio pari a 1,1 miliardi di dollari, distribuito su quattro fondi. Il nuovo borad sarà composto da Andrew Moore, Singuz Lo, Duncan Owen e Amy Cho

Beni di consumo, in Italia boom di M&A nel 2019

Schroders acquisirà una quota di maggioranza di Pamfleet. Il gestore di investimenti immobiliari “value-add” con uffici a Hong Kong, Shanghai e Singapore attualmente conta un patrimonio si 1,1 miliardi di dollari distribuito su quattro fondi, il più recente dei quali è stato chiuso l’anno scorso con masse per 450 milioni di dollari.

Le parti non hanno comunicato nè la percentuale di ingresso nel capitale sociale, nè l'ammontare economico dell'operazione. In seguito al completamento dell’operazione, l’intero team di Pamfleet, composto da 19 professionisti, rimarrà nell’organizzazione, che sarà rinominata Schroder Pamfleet.

L'acquisizione rafforza le competenze di Schroders nei private asset e nel real estate, andando a sommarsi alle recenti acquisizioni di Blue Asset Management, specialista nell’immobiliare basato a Monaco, e Algonquin, società pan-europea specializzata negli investimenti e nella gestione di hotel. Inoltre l’operazione espande ulteriormente l’estensione geografica nel settore verso i mercati immobiliari asiatici più grandi e in rapida crescita, di forte attrattiva per la clientela globale di Schroders. 

“Pamfleet è una società di elevata qualità, con una tesi di investimento chiara e un team di professionisti di grande esperienza", commenta Duncan Owen (in foto), global head of Schroder Real Estate. "Sin dalla fondazione nel 2000, ha messo a segno performance eccellenti in alcuni dei mercati immobiliari più dinamici e di maggior valore del mondo, che risultano attraenti per molti dei nostri partner e clienti".

"Siamo quindi lieti di unire le forze per la creazione di Schroder Pamfleet. La solida presenza di Pamfleet sul mercato Real Estate asiatico come leader nello stile “value-add” è complementare all’offerta esistente di Schroders nel Real Estate e nei Private Asset, incrementando le opportunità per gli investitori attuali e futuri”, aggiunge il responsabile del real estate della società. 

Non ci saranno cambiamenti nella gestione degli attuali fondi di Pamfleet, e il team di investimento avrà accesso all’ampia rete di competenze di investimento e di distribuzione di Schroders. Il board includerà Andrew Moore e Singuz Lo, insieme a Duncan Owen, Melinda Knatchbull, cio dell'immobiliare di Schroders, e Amy Cho, ceo di Schroders a Hong Kong. I direttori esecutivi, Allan Lee e Kelvin Wong, continueranno a guidare i team basati a Hong Kong, Shanghai e Singapore e saranno affiancati da Canon Yau, che sarà responsabile delle relazioni con gli investitori istituzionali.

Soddifcatto anche il ceo e cofondatore di Pamfleet, Andrew Moore. “Siamo entusiasti di entrare a far parte del business immobiliare di Schroders nella divisione private asset, che si sta costruendo a livello globale un’eccellente reputazione in termini di servizio ai clienti e di solidità del track record di investimento".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo