asset management

I fondi Sri di Ofi Am arrivano
sul mercato italiano

La società di gestione risparmio francese entra in Italia per crescere in Europa puntando sui segmenti wholesale & advisor. Il 75% dei 72 miliardi di euro di masse gestite rispetta i criteri Sri

Christophe Mallet, head of international development di Ofi Am

Christophe Mallet, head of international development di Ofi Am

La società di gestione risparmio francese Ofi Am entra sul mercato italiano per crescere in Europa puntando sui segmenti wholesale & advisory. L’asset manager, specializzato in investimenti sostenibili, gestisce masse per 72 miliardi di euro e si rivolge a clienti sia istituzionali che retail. La società si presenta agli investitori italiani presentando quattro strategie:

  1. OFI RS Equity Climate Change, fondo azionario che investe nelle aziende europee maggiormente coinvolte nelle tematiche ambientali e promuove le imprese che adottano un approccio attivo nella transizione energetica ed ecologica;
  2. OFI Fund RS European Equity Positive Economy, anch’esso azionario e focalizzato sull’Europa, si concentra sulle aziende impegnate nella protezione dell’ambiente e delle persone, sulla base della loro esposizione all’economia positiva e del loro contributo al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’ONU;
  3. OFI Financial Investment - RS European Convertible Bond, che investe in obbligazioni convertibili europee selezionando aziende con un forte potenziale di crescita e integrando un’analisi extra-finanziaria per valutare la performance ESG;
  4. OFI Financial Investment - Precious Metals, fondo UCITS V che offre un’esposizione a un paniere di real assets replicando l’indice “Precious Metals Strategy Basket” sviluppato dal team di gestione, composto di contratti forward sui metalli preziosi e sui tassi di interesse.

I prodotti di Ofi Am coprono le principali asset class e aree geografichee con un approccio Sri sviluppato in 20 anni di esperienza negli investimenti responsabili. Il 75% delle masse gestite rispetta i criteri Sri, e da tre anni la società ottiene dal Principles for Responsible Investments il rating massimo.

“L’apertura di nuovi canali in Italia è un passo importante nella crescita della nostra società a livello europeo”, dichiara Christophe Mallet, head of international development dell'azienda. “Siamo certi che il nostro approccio e le nostre soluzioni di investimento saranno apprezzati anche dai segmenti wholesale & advisory. Mai come ora c’è grande attenzione al tema degli investimenti sostenibili, che hanno dimostrato di fornire anche ottime performance. Poter contare su di un expertise così radicata sul fronte SRI ci permette di rispondere al meglio alle crescenti esigenze di fund buyer, fund selector, private banker e dei promotori italiani”. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo