Quantcast

banche & territorio

Credem torna a L'Aquila, riapre
la sede nel centro storico

A pochi mesi dall’undicesimo anniversario del terremoto del 6 aprile 2009, l'istituto ritorna nel centro storico de L’Aquila. Tra gli obiettivi: aumentare i prestiti a famiglie e imprese del 12%

La sede di Credem a L'Aquila in Piazza Duomo 62

La sede di Credem a L'Aquila in Piazza Duomo 62

A pochi mesi dall’undicesimo anniversario del terremoto del 6 aprile 2009, Credem ritorna nel centro storico de L’Aquila. Oggi infatti riapre la nuova sede dell’istituto, tra i principali e più solidi gruppi bancari italiani presente su tutto il territorio nazionale con oltre 600 tra filiali, centri imprese, centri small business e negozi finanziari e circa 1,2 milioni di clienti.

La filiale riapre con l'obiettivo, per il 2020, di aumentare i prestiti a famiglie e imprese del 12% anno su anno; raggiungere 200 nuovi clienti; e aumentare del 10% circa le masse della clientela. 

La scelta di riaprire nuovi locali nel centro storico testimonia la volontà dell’Istituto di continuare ad investire sul territorio per proseguire nella strategia di sviluppo e partecipare attivamente alla ripresa del comprensorio economico e sociale de L'Aquila. La filiale infatti occupa il piano terra ed una porzione del primo piano di Palazzo Betti in Piazza Duomo 62.

“Ritornare in città non ha solo un valore simbolico, ma caratterizza lo spirito del gruppo, che vede nel rinnovamento le basi solide per lo sviluppo futuro”, dichiara Luca Antonio Trotta (in foto), direttore territoriale Credem. “Abbiamo continuato a lavorare anche negli ultimi mesi, particolarmente complessi, per raggiungere questo importante obiettivo. Siamo convinti”, ha aggiunge, “che il territorio de L’Aquila abbia grandi potenzialità per la vivacità economica e sociale che dimostra. Continueremo a lavorare con impegno per essere i partner di riferimento di famiglie ed imprese e sostenere progetti futuri”, conclude il direttore.

Il palazzo che ospita la sede di Credem è stato costruito nella seconda metà dell'Ottocento in stile neorinascimentale per volontà dell'avvocato Gustavo Betti, di origine toscana, operante nel settore del commercio. L'edificio fu ammodernato già negli anni trenta del Novecento, quando furono creati gli ingressi sulle vie laterali. A seguito del terremoto del 2009 la dimora storica è stata sottoposta a un lungo intervento di restauro, conclusosi recentemente.

La precedente filiale, inagibile dopo il terremoto, era stata trasferita nella cintura suburbana per garantire la continuità operativa. L’agenzia, aperta dal 2003, è composta ad oggi da 11 persone, a cui si aggiungono tre consulenti finanziari. Nell’ultimo decennio Credem ha seguito un’importante strategia di sviluppo sul territorio che ha portato a una crescita complessiva delle masse del 35% e ad un aumento della base clienti del 29%, per un totale di 180 milioni di euro di masse su 3.400 clienti. 

leggi anche | L'Aquila, Poste Italiane torna nel centro storico

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo