risultati 2020

HANetf supera il mezzo miliardo
di dollari di masse in gestione

Con i 509 milioni registrati la piattaforma white-label per Etf europea registra una crescita per i suoi asser del 600% negli ultimi 6 mesi

Nik Bienkowski, co-fondatore e co-ceo di HANetf

Nik Bienkowski, co-fondatore e co-ceo di HANetf

Con i 509 milioni di dollari registrati oggi, HANetf supera la soglia del mezzo miliardo di dollari di asset under management. La piattaforma white-label per Etf europea aumenta, così, i suoi asset del 600% negli ultimi 6 mesi.

Fondata nel 2017 da due pionieri del settore degli Etf, Hector McNeil e Nik Bienkowski, HANetf è nata con l’intento di ridurre le barriere all’ingresso sul mercato europeo dei fondi passivi, offrendo una soluzione completa dal punto di vista operativo, normativo, distributivo e di marketing agli asset manager che vogliono lanciare e gestire con successo Etf ed Etp sul continente.

“Siamo orgogliosi di aver raggiunto in così poco tempo un altro traguardo importante", commenta Nik Bienkowski, co-fondatore e co-ceo di HANetf. L'interesse per il settore diventa ogni giorno più forte, man mano che gli investitori attribuiscono più valore ai prodotti che offrono un’ampia esposizione e associano il vantaggio di essere efficienti dal punto di vista dei costi e offrono garanzie di liquidità. Questo, a sua volta, sta attirando più asset manager verso il mercato degli Etf, poiché le case di gestione cercano di usufruire della grande efficacia distributiva degli Etf".

Il primo Etf lanciato da HANetf è stato Emqq – The Emerging Markets Internet & Ecommerce Ucits Etf – che di recente ha raggiunto i 100 milioni di aum. Ad oggi, il fondo è uno degli Etf sui mercati emergenti con le migliori performance al mondo, con un sorprendente rendimento del 47% negli ultimi 12 mesi.


Anche il fondo più ampio sulla piattaforma HANetf, The Royal Mint Physical Gold ETC (RMAU), ha visto un’enorme crescita nell’incertezza di mercato causata da Covid-19 quando gli investitori sono affluiti in gran numero verso l’oro fisico come bene rifugio. RMAU è stato lanciato a febbraio 2020 ed è unico nel suo genere in quanto l’oro è custodito al di fuori del sistema bancario londinese essendo nei caveau di The Royal Mint in Galles, dove la Zecca gestisce la consegna fisica dell'oro sotto forma di lingotti o monete, qualora i clienti vogliano detenere il metallo prezioso in forma fisica.

“Sin dal suo ingresso sul mercato", aggiunge Bienkowski, "HANetf ha dimostrato che gli asset manager possono portare le loro idee, competere e avere successo nel mercato europeo degli Etf senza i costi elevati e le sfide di distribuzione che si accompagnano all'avvio ex novo di un business degli Etf. Rmau e Emqq sono stati uno straordinario successo ma ci incoraggia anche il fatto che nell’ultimo anno la maggior parte degli Etf della gamma di HANetf abbia incrementato i suoi asset”.

Sulla piattaforma di HANetf sono presenti attualmente otto Etf/Etc di sei asset manager e il top management è in trattativa con più di 50 altre case di gestione per il loro possibile ingresso sul mercato degli Etp Ucits in Europa. HANetf si aspetta un’accelerazione di questo trend via via che gli asset manager più tradizionali iniziano apprezzare i vantaggi dell'Etf e che le strategie si moltiplicano per includere investimenti tematici, prodotti di nicchia, smart beta e strategie attive.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo