partecipazioni

Azimut entra nel capitale della statunitense Kennedy Lewis

La Azimut Altyernative CP ha firmato l'accordo di acquisizione con la società di private credit con sede a New York

Pietro Giuliani, presidente del gruppo Azimut

Pietro Giuliani, presidente del gruppo Azimut

Accordo a stelle e strisce per Azimut, prossima a entrare come socio di minoranza nel capitale di Kennedy Lewis Im, una delle principali società di gestione specializzata in investimenti opportunistici nel private credit con sede a New York, e in alcune sue società collegate.

L'operazione è effettuata attraverso la controllata americana Azimut Alternative CP, costituita a novembre 2019 con l'obiettivo di creare partnership con società di gestione specializzate negli investimenti alternativi negli Stati Uniti, fornendo loro capitale permanente per crescere e raggiungere il loro massimo potenziale.

L'accordo con Kennedy Lewis è la prima transazione portata a termine dal ramo statunitense di Azimut, a meno di un anno dalla sua costituzione, e rappresenta una tappa fondamentale e una dimostrazione dell’impegno da parte di Azimut nel perseguire i suoi obiettivi di crescita nel segmento dei private market statunitensi.

Kennedy Lewis è stata fondata nel 2017 da David Chene e Darren Richman, e attualmente gestisce 2,1 miliardi di dollari di aum. Prima di costituire Kennedy Lewis, Chene e Richman erano rispettivamente managing director di CarVal Investors e senior managing director di Blackstone.

Il loro team vanta una significativa ed ampia esperienza nel settore del Private Credit, maturata in note società internazionali come CarVal Investors, Blackstone, The Carlyle Group, Apollo Global Management, Perella Weinberg Partners e Goldman Sachs. 

La società persegue investimenti di private credit specialmente in situazioni dove un evento specifico può sbloccare il valore dell'investimento. Kennedy Lewis si concentra principalmente sulle società mid cap che si trovano ad affrontare situazioni di turnaround, siano esse cicliche, secolari o normative.

Kennedy Lewis è in grado di investire opportunisticamente in una vasta gamma di settori e titoli di debito sia in Nord America che in Europa. La società attualmente impiega un team di 28 professionisti, tra cui 19 investment professionals.

 Pietro Giuliani Azimut, Kennedy Lewis , David Chene, Darren Richman

La transazione prevede che AACP acquisisca una quota del 20% nel capitale di varie controllate di Kennedy Lewis. L’operazione include anche un meccanismo di aggiustamento prezzo. Di conseguenza Azimut consoliderà gli aum e riceverà la distribuzioni degli utili di Kennedy Lewis su base pro-rata.

Circa il 90% dei proventi della transazione verrà utilizzato dai partner di Kennedy Lewis per aumentare gli investimenti nei fondi gestiti dalla società, a conferma del forte impegno del team di allineare gli interessi con quelli dei propri investitori e guidare la crescita del business nel lungo termine.

L’investimento di Azimut Alternative CP non implicherà alcun cambiamento nella strategia, nella gestione, nel processo di investimento o nell’operatività ordinaria di Kennedy Lewis o di qualsiasi prodotto gestito da Kennedy Lewis.

“Siamo entusiasti di dare il benvenuto ad Azimut come partner strategico", commentano i due capi di Kennedy Lewis. "Questo è uno sviluppo importante nell'evoluzione di Kennedy Lewis mentre continuiamo a crescere e lavorare per ottenere risultati eccellenti per i nostri investitori. L’ingresso di Azimut tramite un investimento di lungo periodo rafforza il bilancio della nostra azienda, permettendoci di aumentare gli investimenti nei nostri fondi e l’allineamento con i nostri LP".

E aggiungono: "Inoltre, avere un partner strategico di livello mondiale come Azimut, con sede in Europa, fornirà un altro canale per allargare le basi d’investimento per Kennedy Lewis. L'impegno di Azimut convalida la nostra strategia a lungo termine che punta a costruire una piattaforma duratura di investimenti opportunistici nel credito, e auspichiamo molti anni di collaborazione e una partnership di successo con l'intero gruppo Azimut”.

“Azimut Alternative CP è onorata di dare il benvenuto a Kennedy Lewis come nostro primo partner strategico", fa eco Jeff Brown, ceo della società. "Con la forza delle risorse globali di Azimut, realizzeremo la nostra visione condivisa di aiutare Kennedy Lewis a raggiungere il suo massimo potenziale.”

“A novembre 2019 abbiamo annunciato la nostra intenzione di costruire un progetto greenfield nel settore dei private market statunitensi, creando partnership e facendo crescere i business sottostanti nel lungo periodo", commenta Pietro Giuliani, presidente del gruppo Azimut. Jeff e la sua squadra hanno svolto un ottimo lavoro nell'identificare e unire le forze con un'azienda di successo e altamente rispettata come Kennedy Lewis, e soprattutto nel trovare due leader come David e Darren che condividono la stessa filosofia imprenditoriale e visione a lungo termine di Azimut".

"Diamo il benvenuto a loro e ai loro colleghi nella famiglia Azimut, convinti che questa nostra partnership avrà molto successo", prosegue Giuliani. "Il nostro obiettivo è di raggiungere nel segmento dei private market almeno il 15% delle masse complessive di Gruppo entro la fine del 2024, e questo accordo ci pone sicuramente sulla strada giusta. Azimut è fortemente impegnata nello sviluppo della sua presenza negli Stati Uniti, essendo uno dei mercati leader per i gestori alternativi e la sede della maggioranza dei nostri azionisti”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo