InvestireTV
SCARICA DA
InvestireTV InvestireTV

Semestrale

Fineco, gran balzo dell'utile netto
Tutti gli indicatori fanno faville

In forte crescita ricavi e commissioni nette, così come patrimonio in gestione e raccolta netta (+ 8,9% anno su anno). Aumentano i costi operativi e le spese del personale per i 68 nuovi arrivati in organico

dipendenza

“Gli eccellenti risultati registrati da Fineco nella prima metà dell’anno confermano la capacità della banca di crescere in ogni fase di mercato. In un contesto estremamente complicato, tutte le aree di business hanno registrato risultati positivi sfruttando la spinta alla digitalizzazione in atto nel paese. Il supporto tecnologico ha consentito alla Rete di mantenere anche nei momenti più difficili il contatto con i clienti, e i risultati di raccolta confermano la capacità dei nostri consulenti di rispondere alle esigenze di una gestione più professionale del risparmio. Contemporaneamente, il balzo del brokerage riflette l’efficienza e il valore della piattaforma che consente l’accesso a una platea sempre più ampia di investitori. Il modello di business e l’impegno continuo nella sostenibilità, in particolare dal punto di vista della trasparenza e del rispetto della clientela, rappresenteranno in futuro i pilastri per la continua crescita della Banca”. Così Alessandro Foti, amministratore delegato e direttore generale di FinecoBank, commenta i lusinghieri risultati della sua società.A partire dai ricavi del primo semestre 2020 che ammontano a 407 milioni, in crescita del 25,8% rispetto ai 323,5 milioni dello stesso periodo dell’esercizio precedente, grazie principalmente al contributo delle commissioni nette e del risultato di negoziazione, coperture e fair value. Le commissioni nette al 30 giugno 2020 ammontano a 209,7 milioni ed evidenziano un incremento del 32,2% rispetto ai 158,6 milioni al 30 giugno 2019.
L’incremento è riconducibile all’aumento delle commissioni nette relative all’area Brokerage (+100,2% a/a) grazie all’effetto combinato dell’aumento della base di clientela operativa sulla piattaforma della banca, all’ampliamento della quota di mercato (quota di mercato Assosim su intermediato equity Italia pari al 28% al 30 giugno 2020, +1,4 p.p. a/a), alla rivisitazione dell’offerta e all’aumento della volatilità. Si evidenzia inoltre la crescita dell’area Investing (+5,4% a/a), grazie alla maggiore incidenza dei “Guided Products and Services” e al contributo di Fineco Asset Management, e delle commissioni di banking (+90,3% a/a).Il Risultato negoziazione, coperture e fair value si attesta a €57,7 milioni nel primo semestre del 2020 (+155,2% a/a), favorito principalmente dal contributo relativo all’area Brokerage (€49,2 milioni, +172,4% a/a). L’utile lordo si attesta a 259,7 milioni, in crescita del 31,3% rispetto ai 197,8 milioni del primo semestre 2019.L’Utile netto di periodo è pari a 181 milioni ed evidenzia un incremento del 30,1% a/a.

Costi in crescita. I costi operativi dei primi sei mesi del 2020 si confermano sotto controllo a €132,2 milioni, in aumento del 3,7% a/a principalmente per le maggiori delle spese per il personale. Il cost/income ratio è pari al 32,5%, in calo di 6,9 punti percentuali a/a. Le spese per il personale ammontano a 48,9 milioni (+10,9% a/a) per effetto, principalmente, dell’aumento del numero dei dipendenti, passato da 1.176 al 30 giugno 2019 a 1.244 al 30 giugno 2020, anche a seguito della progressiva internalizzazione di alcuni servizi post uscita dal gruppo UniCredit. Il risultato di gestione si attesta a 274,8 milioni, in crescita del 40,2% a/a. L’utile lordo si attesta a 259,7 milioni, in crescita del 31,3% rispetto ai 197,8 milioni del primo semestre 2019.L’Utile netto di periodo è pari a €181 milioni ed evidenzia un incremento del 30,1% a/a.

Raccolta copiosa. I Total financial assets al 30 giugno 2020 si attestano a 82,6 miliardi di euro, in crescita dell’8,9% rispetto a giugno 2019. Il saldo della raccolta gestita risulta pari a 40,1 miliardi, in rialzo dell’8,9% a/a, il saldo della raccolta amministrata risulta pari a 16,5 miliardi (+8,3% a/a), il saldo della raccolta diretta risulta pari a 26,1 miliardi (+9,4% a/a) grazie alla continua crescita della base di nuovi clienti e dei depositi “transazionali”. In particolare, i Tfa riferibili alla clientela nel segmento private banking, ossia con asset superiori a 500.000 euro, si attestano a 33 miliardi, in rialzo del 10,2% a/a. Nel primo semestre 2020 la raccolta è stata pari a 4,7 miliardi (+42,4% a/a), confermandosi solida, di grande qualità e ottenuta senza fare ricorso a politiche commerciali di breve periodo. L’asset mix si è mostrato positivamente orientato verso il risparmio gestito, pari a 1,6 miliardi nel semestre (+13,1% a/a), evidenziando comunque un approccio più cauto da parte della clientela, che predilige prodotti più conservativi. La raccolta amministrata si è attestata a 2,6 miliardi confermando il maggiore interesse da parte della clientela verso i mercati finanziari attraverso la piattaforma di brokerage di Fineco, mentre la raccolta diretta è stata pari a 569 milioni. Da inizio anno la raccolta in “Guided products & services” ha raggiunto 1,7 miliardi, confermando l’apprezzamento da parte della clientela.L’incidenza dei Guided Products rispetto al totale AuM è salita al 72% rispetto al 69% di giugno 2019. Al 30 giugno 2020 la rete dei consulenti finanziari è composta da 2.569 professionisti distribuiti sul territorio con 399 negozi finanziari (Fineco Center). La raccolta nei primi sei mesi dell’anno tramite la rete di consulenti finanziari è stata pari a 4,1 miliardi.Si segnala che al 30 giugno 2020 Fineco Asset Management gestisce masse per 14,2 miliardi di euro: 8,9 miliardi nella componente retail (+32,3% a/a) e 5,3 miliardi in quella istituzionale (+3,9% a/a). Nei primi sei mesi del 2020 sono stati acquisiti circa 45.600 nuovi clienti. A conferma del focus sulla qualità della clientela, al 30 giugno 2020 i total financial asset relativi ai nuovi conti aperti sono mediamente più elevati del 42% rispetto a quelli acquisiti nei primi 11 mesi del 2019, prima cioè dell’annuncio dello smart repricing sui servizi banking. Il numero dei clienti totali al 30 giugno 2020 è 1.359.260 (+3,1% a/a).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo