Goldman Sachs lancia l’allarme
“Dal vaccino rischi per il listino”

Secondo il colosso delle banche d’affari un rimedio definitivo ed efficace contro l’epidemia innescherebbe la ripresa economica e ciò deprimerebbe il valore delle obbligazioni e quello dei titoli hi-tech pompati dall’effetto del lockdown.

Goldman Sachs lancia l’allarme“Dal vaccino rischi per il listino”

Una cura per il coronavirus potrebbe renderci immuni a una delle pandemie più devastanti che il mondo abbia mai visto, ma un recente rapporto di Goldman Sachs suggerisce che potrebbe anche lasciare gli investitori un po' di tensione.
Perchè? Perchè la pandemia sta portando gli investitori verso le obbligazioni e verso i grandi titoli tecnologici statunitensi che hanno molto beneficiato del blocco globale. Ma Goldman ha ora avvertito che una volta che un vaccino elimina le preoccupazioni per il coronavirus, gli investitori potrebbero effettivamente abbandonare quei servizi che sono appunto fioriti grazie al lockdown e al distanziamento. Nel caso delle obbligazioni, perché un vaccino che guidasse la nuova, attesa di crescita economica e una connessa inflazione e, alla fine, un aumento dei tassi di interesse ridurrebbe il valore relativo delle loro cedole fisse. I titoli tecnologici, nel frattempo, potrebbero non sembrare più così attraenti come i titoli "ciclici" che potrebbero beneficiare maggiormente di una ripresa economica.
Gli investitori potrebbero essere riluttanti a prepararsi ad una "rotazione" che potrebbe non avvenire mai, ed è per questo che gli analisti di Goldman hanno raccomandato di coprire le loro scommesse utilizzando le opzioni. Per una piccola commissione iniziale, è possibile acquistare il diritto di acquistare o vendere azioni ad un costo prestabilito quando queste raggiungono un certo prezzo di "strike". Quindi si potrebbe acquistare una "call" (cioè il diritto di acquistare azioni) con un prezzo d'esercizio più alto di quello attuale, così come un "put" separato (cioè il diritto di vendere) ad un prezzo d'esercizio inferiore a quello attuale. Questo dovrebbe consentire di beneficiare sia che le azioni continuino a salire che a scendere in modo significativo.
Un'altra chiave di volta potrebbero essere le elezioni di novembre negli Stati Uniti: se i Democratici vinceranno alla grande - cosa che gli investitori ritengono probabile - Goldman ritiene che il rischio di una guerra commerciale diminuirà e il rischio di un aumento delle tasse aumenterà. Questo potrebbe avvantaggiare i titoli dei mercati emergenti - anche se, data la loro incertezza, le opzioni potrebbero essere d'aiuto anche in questo caso.
 
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo