Semestrali

Dpam, le strategie Esg fanno bene a performance e raccolta

Degroof Petercam Asset Management ha annunciato i risultati del primo semestre del 2020. La gestione attiva si è dimostrata efficace in termini di performance degli investimenti così come la forte attenzione sulle strategie Esg

Quanto è sostenibile il trend Esg?

Degroof Petercam Asset Management (DPAM) ha annunciato i risultati del primo semestre del 2020. Il patrimonio in gestione (37,2 miliardi di euro) è rimasto relativamente stabile grazie a nuovi afflussi istituzionali netti, che hanno compensato in parte l'impatto negativo del mercato. 
 
La raccolta netta del primo semestre dell’anno è vicina a 1 miliardo di euro. Nel corso del primo trimestre DPAM ha beneficiato di una raccolta marcatamente positiva, sia da parte degli investitori finali istituzionali sia dalla sua attività di distribuzione paneuropea.  Nel secondo trimestre la società ha registrato nuova raccolta positiva, in tutti i paesi in cui la società è attiva, a partire da maggio trainata sia dalle attività internazionali sia da quelle locali. In particolare la raccolta in Germania, Austria e Svizzera è stata superiore alla media.
 
I risultati del primo semestre 2020 a livello commerciale e distributivo sono in linea con il processo evolutivo di DPAM avviato nel 2016, al quale oggi si aggiungono oltre 5 miliardi di euro masse in gestione di clientela istituzionale esistente e nuova. 
 
Gli afflussi registrati sono  ben diversificati a livello di strategie d'investimento in varie classi di attivi e temi,  sia nel reddito fisso sia nell'azionario. Da sottolineare che le competenze nell’azionario sostenibile hanno conseguito il maggior successo, in particolare per quanto riguarda le strategie azionarie sostenibili globali, europee e multi-tematiche (quest’ultima ha superato la soglia di 1 miliardo di euro all'inizio di luglio).
 
Spiega Hugo Lasat, ceo di DPAM: "È ormai chiaro che sia il nostro posizionamento di asset manager attivo sia il track record e la solidità delle nostre strategie sostenibili hanno contribuito al successo di DPAM nel corso degli ultimi mesi. È un fatto che queste strategie siano riuscite ad ottenere buoni risultati in un’ambiente finanziario spesso imprevedibile e volatile. La prima metà del 2020 non solo ha sottolineato la loro resilienza in tempi di crisi, ma ha anche dimostrato che sono una chiara e continua fonte di valore e di opportunità per i nostri clienti istituzionali. Sulla base di quanto sappiamo oggi, per quanto riguarda lo sviluppo del business, il terzo trimestre dovrebbe essere in continuità con quello che abbiamo visto nella prima metà del 2020".
 
Le strategie sostenibili di DPAM sono cresciute di oltre 1,5 miliardi di euro dall'inizio del 2020, arrivando a un totale di 9,6 miliardi di euro di masse in gestione, dato maggiormente  degno di nota se si confronta il contesto volatile e incerto degli investimenti di quest'anno con la fase di forte rialzo dei mercati dello scorso anno.
 
Sempre nella finanza sostenibile, nel corso del primo semestre del 2020 DPAM ha ulteriormente ampliato la sua gamma di fondi sostenibili. Le strategie azionarie sui dividendi statunitensi (US dividend equity), sui titoli immobiliari quotati e sulle small cap europee d'ora in poi includeranno nel processo d'investimento i necessari filtri Esg per garantire il rispetto degli standard di DPAM. Questo impegno è stato nuovamente confermato dal riconoscimento del massimo rating A+ dei Principles for Responsible Investment (UN PRI) delle Nazioni Unite recentemente ottenuto per il quarto anno consecutivo.
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo