asset management

Da oggi il portafoglio di Ubs è al 100% sostenibile

Con 488 miliardi di dollari in asset sostenibili core in gestione, la società è attualmente la prima a livello globale ad esprimere una scelta di questo tipo

Matteo Ramenghi, chief investment officer di Ubs Wm Italia

Matteo Ramenghi, chief investment officer di Ubs Wm Italia

Ubs annuncia una svolta nel settore degli investimenti: la sosteniblità sarà da oggi la principale soluzione offerta agli investitori private attivi a livello mondiale. Con 488 miliardi di dollari in asset sostenibili core in gestione, la società è attualmente la prima a livello globale ad esprimere una scelta di questo tipo.

Un portafoglio al 100% sostenibile può generare rendimenti simili o potenzialmente maggiori rispetto agli investimenti tradizionali e offrire una forte diversificazione per i clienti che investono a livello globale. Da inizio anno ad oggi, i principali indici di sostenibilità hanno mostrato un andamento migliore rispetto agli equivalenti indici tradizionali.

"Lo spostamento delle scelte degli investitori verso prodotti e servizi sostenibili è solo agli inizi", commenta Iqbal Khan, co- presidente di Ubs Global Wm. "Riteniamo infatti che gli investimenti sostenibili si riveleranno una delle opportunità più entusiasmanti e durature per gli investitori private negli anni e nei decenni a venire”.

"Il Covi-19", prosegue "ha posto ancora di più l’attenzione su uno dei più importanti cambiamenti nel settore dei servizi finanziari di questa generazione”, ha dichiarato il copresidente Tom Naratil (in foto) e presidente di Ubs Americas. "La pandemia ha aumentato la consapevolezza degli investitori rispetto alla vulnerabilità e alla natura interconnessa delle nostre società e industrie, sottolineando che le questioni legate alla sostenibilità non possono essere ignorate.”

"Non tutti gli investimenti sostenibili sono uguali", aggiunge Mark Haefele, cio di Ubs Global Wmt. "Gli investitori hanno bisogno di un portafoglio sostenibile adeguatamente diversificato, che offra la flessibilità necessaria per individuare nuove opportunità e valutare nuovi rischi. Un portafoglio sostenibile ben strutturato si adatta alla continua evoluzione di scenari di mercato ed economici nonché aiutare gli investitori a gestire la volatilità che prevediamo persisterà per gran parte del prossimo decennio”. 

"La sostenibilità rappresenta oggi uno dei driver della ripresa economica a livello mondiale", gli fa il cio italiano, Matteo Ramenghi. "Inoltre, i programmi di stimolo fiscale varati per rispondere alla crisi generata dal Covid-19 sono legati strettamente al raggiungimento di obiettivi di efficienza energetica o di riqualificazione ambientale. I governi stanno così imprimendo un'accelerazione alla transizione verde. Anche Ubs è in prima linea su questo fronte, mettendo al centro delle strategie di investimento proprio la sostenibilità. Crediamo infatti che quello che oggi rappresenta un trend in forte crescita, domani potrà rappresentare il nuovo standard."

"Partendo dal presupposto che la finanza sostenibile rappresenta una priorità per tutte le divisioni di Ubs, ci proponiamo di aiutare i clienti a trarre vantaggio dalle nuove opportunità e a gestire i rischi del XXI secolo in modo più intelligente", conclude Huw van Steenis, chair del sustainable finance committe di Ubs e senior advisor al ceo. "Adesso che la finanza sostenibile è sotto i riflettori, rappresenta una componente cruciale per i clienti e un'opportunità di crescita strategica per Ubs".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo