Europa

Il ministro delle Finanze tedesco:
imposta Ue sulle transazioni finanziarie

A margine dell’Ecofin, aperta oggi a Berlino, Scholz ha dichiarato che un'imposta comune sulle transazioni finanziarie potrebbe aiutare l'Ue a ripagare con risorse proprie i debiti contratti a causa della crisi del coronavirus

Olaf Scholz, ministro delle finanze tedesco

Olaf Scholz, ministro delle finanze tedesco

Il ministro delle Finanze tedesco, Olaf Scholz, insiste sul suo piano per l'introduzione di un'imposta europea sulle transazioni finanziarie. A margine della riunione informale del Consiglio Economia e Finanza dell'Ue aperta oggi a Berlino, Scholz ha dichiarato che un'imposta comune sulle transazioni finanziarie potrebbe aiutare l'Ue a ripagare con risorse proprie i debiti contratti a causa della crisi del coronavirus.

Scholz ha anche affrontato il tema Brexit, affermando che il Regno Unito deve attenersi all'accordo che ha concluso con l'Ue e non apportarvi le modifiche previste. “I trattati vanno rispettati”, ha dichiarato Scholz, secondo cui l'Ue deve “rimanere molto chiara nella sua posizione”. A sua volta, il ministro dell'Economia e delle Finanze francese, Bruno Le Maire, ha evidenziato come, delle modifiche che il Regno Unito intende apportare all'intesa in maniera unilterale, “non verrà accettato nulla che possa mettere in pericolo o indebolire il mercato interno europeo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo