Enti

Enasarco 2020, lista "Fare Presto!":
giganti e-commerce paghino Enasarco

La lista unitaria "Fare Presto!", sostenuta da Anasf, Federagenti, Fiarc e Confesercenti: far pagare i contributi Enasarco anche ai cosiddetti giganti del web e dell’e-commerce

Enasarco 2020, lista "Fare Presto!": giganti e-commerce paghino Enasarco

In vista delle elezioni Enasarco per il rinnovo delle cariche in seno alla Fondazione, che si svolgeranno dal 24 settembre al 7 ottobre 2020, la lista unitaria "Fare Presto!", sostenuta da Anasf, Federagenti, Fiarc e Confesercenti chiede che i cosiddetti giganti del web e dell’e-commerce paghino i contributi Enasarco. I circa 220mila iscritti all'ente saranno chiamati a esercitare il proprio diritto di voto in modalità online e, tra le liste ammesse, al numero 1 c'è la lista unitaria "Fare Presto!", sostenuta da Anasf, Federagenti, Fiarc e Confesercenti. Tra i punti nel programma di "Fare Presto!" c’è proprio quello di far pagare i contributi Enasarco anche ai cosiddetti "giganti del web e dell’e-commerce": “È ora di far rispettare le regole; che devono, necessariamente, essere uguali per tutti; - dicono i rappresentanti della lista unitaria "Fare Presto!" - da tempo gli agenti di commercio stanno perdendo fatturato e contributi a causa dell'evoluzione incontrollata del commercio elettronico e nulla è ancora stato fatto in proposito. È un problema, questo, che riguarda anche quelle aziende che, a fronte delle tantissime che oggi pagano correttamente i contributi Enasarco, volutamente scelgono di non farlo. Così, troppi milioni sono venuti a mancare nelle tasche degli agenti e nei bilanci Enasarco ed occorre combattere l'evasione di questi soggetti". Enasarco deve poter incamerare tutti i contributi generati dall’attività dei giganti dell’E-Commerce, perché, prosegue la nota, "questi contributi sono e saranno fondamentali per il risanamento dei conti e la ripartenza dell'Ente, che domani dovrà pagare le pensioni degli agenti di oggi: colleghi che, in casi tutt’altro che rari, stanno perdendo fatturato e contributi a causa di questo fenomeno. La ripartenza della Fondazione deve necessariamente passare attraverso la partita dell’equità e del rigore: perché le regole devono esserci per tutti e gli agenti non possono essere defraudati del loro lavoro". Giustizia ed equità, ma anche competenza e trasparenza, sono alcune delle parole chiave che emergono nell’analisi dei punti programmatici della lista unitaria "Fare Presto!", che rappresenta la vera novità di questa tornata elettorale: "L'unica in grado di rilanciare e valorizzare Enasarco, facendone il punto di riferimento di cui agenti e consulenti hanno bisogno".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo