Fondi Ue

Mes, Berlusconi: vale 2,7 mld
solo in Campania e 2,4 in Puglia

Il leader di Forza Italia sottolinea che il Meccanismo di stabilità permetterebbe forti investimenti nella sanità del Mezzogiorno

STATO-MAFIA, BERLUSCONI SI AVVALE DELLA FACOLTÀ DI NON RISPONDERE

"Il Mezzogiorno è la zona d'Italia più fragile anche in periodi normali, oggi la più esposta, anche per effetto degli sbarchi, a nuovi casi di Coronavirus. Se il governo Conte rinuncerà al Mes, come vorrebbero i grillini e come il Pd sembra rassegnato ad accettare, saranno 2.700 milioni in meno per la sanità in Campania e 2.450 milioni in meno in Puglia. Da non credersi! Eppure proprio in questa fase gli investimenti nella sanità sono quelli decisivi. Spero che non si arrivi a tanto". Lo ha affermato Silvio Berlusconi in un'intervista a La Gazzetta del Mezzogiorno. "Io ho guidato i governi che nella storia d'Italia hanno investito di più nel Mezzogiorno. Considero il ritardo nello sviluppo delle regioni meridionali il peggiore fallimento della nostra storia nazionale. Sono convinto che il Paese possa ripartire solo se Nord e Sud ripartono insieme. Noi abbiamo proposto un grande piano di opere pubbliche per colmare il deficit infrastrutturale dell'Italia in generale e del Sud in particolare. Si tratta di trovare le risorse e il Recovery fund - che noi abbiamo tenacemente voluto in Europa - può servire a questo, se l'Italia sarà in grado di presentare progetti credibili" ha aggiunto Berlusconi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo