Quantcast

Banche

Covid, la Bce allenta le regole bancarie
Coefficiente di leva su dello 0,3%

Vigilanza Bancaria e Consiglio direttivo della Bce hanno deciso l'esclusione 'temporanea' fino al 27 giugno 2021 di alcune esposizioni nei confronti della banca centrale dal calcolo di coefficiente di leva finanziaria da parte di alcuni istituti

Volete liquidità? Trasferite il rischio di credito con i Cds

La sede della Banca Centrale Euroepa a Francoforte

L'esclusione 'temporanea' fino al 27 giugno 2021 di alcune esposizioni nei confronti della banca centrale dal calcolo di coefficiente di leva finanziaria da parte di alcuni istituti. L’hanno decisa la Vigilanza Bancaria e il Consiglio direttivo della Bce alla luce delle "circostanze eccezionali" provocate dalla crisi da Covid 19. ''La situazione determinata dalla pandemia di coronavirus ha colpito tutte le economie dell'area dell'euro in modo profondo e senza precedenti. Questa situazione ha determinato la continua necessità di un elevato grado di accomodamento della politica monetaria, che a sua volta richiede il funzionamento senza interruzioni del canale bancario di trasmissione della politica monetaria" ha stabilito il Consiglio. Sulla base dei dati di fine marzo 2020, questa esclusione, come spiegato dalla Vigilanza, può aumentare il coefficiente di leva finanziaria aggregato, che è del 5,36%, di circa 0,3 punti percentuali. Quanto alle banche di rilevanza sistemica globale e alle loro filiali estere, la misura allenterà il requisito della capacità di assorbimento totale delle perdite (Tlac).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo