Risparmio gestito

Goldman Sachs, Indicazioni di acquisto per Fineco e Generali

Secondo il report Italia Asset Managers, i mesi estivi hanno sostenuto i fattori di crescita delle due banche, che hanno incrementato la loro quota di mercato. Ottime anche le prospettive per il periodo 2020.2022

Una crescita a doppia cifra:private banking, ora viene il bello

Con flussi netti per 730 milioni di euro, FinecoBank ha registrato una crescita (annualizzata) dell'11% di Aum (asset under management) nei mesi di luglio e agosto. La crescita nel periodo è stata del 7% per Banca Generali e Banca Mediolanum, rispettivamente con 580 milioni e 670 milioni di raccolta netta, e del 6% per Azimut, che ha chiuso con flussi per 437 milioni. L’analisi, contenuta nel report Italy asset Managers di Goldman Sachs sui protagonisti italiani del risparmio gestito, indica anche che a luglio Fineco è stata responsabile del 23% della raccolta netta dell'intero settore, e che la sua quota di mercato è passata al 18% nel periodo gennaio-giugno dal 9% dello scorso dicembre. Analogamente Banca Generali ha generato il 16% dei flussi, mentre la sua quota di mercato a dicembre scorso era dell’11 per cento. “Continuiamo ad aspettarci che Fineco e Banca Generali generino la più alta crescita di Aum, sostenute dall'espansione della quota di mercato e dalla crescita dei loro prodotti gestiti internamente, che hanno continuato a sovraperformare il mercato nei mesi di luglio e agosto”, spiegano gli strategist di Goldman Sachs, Roberta De Luca e Charles Mayne. Ma quale sarà il ritmo di crescita di queste due banche nel medio periodo? “Prevediamo che la media annuale di crescita degli asset in gestione sarà del 10% per Fineco e del 6% per Banca Generali nel periodo 2020-22”, è l'opinione dei due strategist.

Tra i fattori aggiuntivi che alimenteranno la crescita di Fineco, secondo gli strategist, gli sforzi dell'azienda per espandersi nel mercato britannico con l'ampliamento dell'offerta di prodotti. “Prevediamo che Fineco raggiungerà i 40mila clienti entro il 2022”, è scritto nel report. Quanto a Banca Mediolanum, il report sottolinea come abbia intensificato la sua attività di reclutamento, aggiungendo 17 nuovi consulenti nel mese di luglio e un nuovo responsabile della distribuzione. “Crediamo che questa banca sia nella posizione migliore per accelerare il reclutamento, che sarebbe utile a una crescita organica dell'azienda nel biennio 2021-22”, scrivono De Luca e Mayne. Quanto ai giudizi, Goldman Sachs è positiva su Fineco e Banca Generali (buy) e neutrale su Azimut e Banca Mediolanum.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo