Quantcast

scenari | M&G

La Cina punta alla carbon neutrality entro il 2060

"Il Paese da tempo vuole essere un leader mondiale nelle tecnologie pulite, ha infatti incanalato spesa pubblica nello sviluppo del settore solare e delle batterie". Il commento di Randeep Somel

Xi Jinping,  presidente della Repubblica popolare

Xi Jinping, presidente della Repubblica popolare

"Il principale timore sul raggiungimento degli obiettivi degli accordi di Parigi sul Clima ha riguardato le crescenti emissioni di CO2 della Cina. L’annuncio fatto dal governo cinese è dunque incredibilmente positivo e importante: mostra che Pechino è pronta ad adottare politiche sul clima nel quadro della sua pianificazione economica". Il commento di Randeep Somel, associate portfolio manager dell’Equity Team di M&G I.

La Cina da tempo vuole essere un leader mondiale nelle tecnologie pulite, ha infatti incanalato spesa pubblica nello sviluppo del settore solare e delle batterie. La portata degli investimenti richiesti per raggiungere la carbon neutrality entro il 2060 sarà un grosso fattore positivo non solo per la crescita delle industrie locali cinesi, ma anche per le aziende internazionali focalizzate su tecnologia politica e prodotti sostenibili. Un aumento di questa scala degli investimenti cinesi in Ricerca & Sviluppo in aree come l’idrogeno verde, ancora ai primi passi del proprio sviluppo, darà un’enorme spinta globale affinché tutti i Paesi centrino i loro obiettivi per il 2050.

Tuttavia, non dobbiamo trascurare la tempistica di questo annuncio. Mancano meno di sei settimane alle elezioni presidenziali statunitensi. Il presidente Trump ha minimizzato i rischi del cambiamento climatico per tutta la durata del suo mandato, dichiarando che gli Stati Uniti usciranno dall’accordo di Parigi sul Clima.

Il suo sfidante, Joe Biden, sostiene con forza il Green New Deal e ha promesso non solo di spendere 3.000 miliardi di dollari in investimenti “puliti” durante il suo primo mandato, ma anche di mantenere gli Stati Uniti nel novero dei firmatari dell’accordo di Parigi. L'annuncio del presidente cinese Xi evidenzia la posizione di Trump, in una fase in cui gli Stati Uniti sono ancora impegnati in una guerra commerciale con la Cina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo