Quantcast

Mercati

Goldman Sachs, Il vaccino premierà i titoli ciclici

Gli strategist hanno individuato un significativo ulteriore rialzo per le azioni e le valute legate alla ripresa in caso di approvazione di un farmaco entro la fine dell’anno

Goldman Sachs: presto o tardiil mondo dovrà tornare al rigore

I due principali eventi che domineranno i mercati da qui alla fine dell'anno sono il rilascio di un vaccino COVID-19 e le elezioni presidenziali degli Stati Uniti. Entrambi gli eventi, secondo gli strategist, hanno il potenziale per avere un impatto significativo sulle attività finanziarie e sugli investimenti. Un report di Goldman Sachs, firmato da Dominic Wilson e Vickie Chang, ha cercato di definire con un metodo analitico gli impatti per classi di attività in base alle diverse combinazioni di risultati. In particolare, per quanto riguarda l'"evento vaccino" Wilson e Chang hanno stimato un significativo ulteriore rialzo per le azioni e le valute cicliche in caso di approvazione di un farmaco entro la fine dell’anno, mentre nel caso non si dovesse verificare alcuna approvazione di un vaccino sicuro nei tempi sperati, potrebbe materializzarsi il rischio di un ribasso reale degli stessi attivi. “La nostra analisi – è scritto nel report - suggerisce che la spinta alla crescita derivante dall'approvazione di un vaccino si è riflessa solo in parte nei prezzi ciclici del mercato degli attivi, e che di conseguenza vi è ulteriore spazio di rialzo delle attività cicliche”. “Allo stesso modo - è scritto ancora nel report - a causa dell’apprezzamento dei titoli generato dalle attese di un vaccino precoce, vi è anche un rischio reale di ribasso nel caso in cui non si dovesse concretizzare nei tempi sperati”. In particolare, l’Eurostoxx 50, che attualmente si attesta a quota 3.223 punti, passerebbe a 3.544 con il rilascio di un vaccino, ma scenderebbe a 2.800 punti se venisse ritardato il rilascio. Il Nikkei salirebbe a 25.173 punti con il vaccino e scenderebbe a 20.838 senza vaccino a fine anno; l’S&P 500 salirebbe a fino a 3.796 punti o scenderebbe a quota 2.993. E infine il Nasdaq salirebbe a 12.496 (dagli attuali 11.300) o al contrario romperebbe il supporto a 10mila scendendo fino a quota 9.905 punti. "Sebbene sia utile esaminare i risultati dei vaccini e delle elezioni in modo indipendente, c'è una buona probabilità che il mercato riceverà notizie su entrambi i fronti all'interno di un finestra relativamente corta", concludono i due analisti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo