Enasarco, i consulenti finanziari
veri protagonisti della svolta

La categoria ha espresso quasi il 29% del totale dei voti alle recenti elezioni: 8992 voti su 31287. Entro novembre maturerà la nuova governance

Enasarco 2020, lista "Fare Presto!": giganti e-commerce paghino Enasarco

Quasi 9000 consulenti finanziari, per la precisione 8992, su 31.287 agenti votanti complessivamente: il 28,7 per cento. E’ lo strepitoso risultato che emerge dalla verifica puntuale dei risultati elettorali di Enasarco, che hanno visto la lista FarePresto!, creata dall’Anasf con Fiarc, Federagenti e Confesercenti, imporsi con una larghissima maggioranza relativa che basta da sola a portare 7 consiglieri d’amministrazione su 15.
I consulenti hanno risposto massicciamente alla chiamata al voto, perché oggettivamente molto consapevoli – naturalmente più di altre categorie del mondo degli agenti -  della drammaticità della situazione in cui decenni di gestione a dir poco distratta ha pilotato una cassa previdenziale teoricamente potentissima, forte tuttora di oltre 7,5 miliardi di patrimonio, che se non gestiti a regola d’arte però finiranno con il non bastare ad assicurare un futuro pensionistico sereno ai suoi 220 mila iscritti.
Indubbiamente – e senza nulla togliere al contributo importantissimo portato dalle altre tre associazioni aderenti alla lista – il ruolo dei consulenti, e dell’Anasf, la loro associazione, è stato la vera, determinante novità di questa tornata elettorale. Ed è del resto un uomo Anasf, Alfonsino Mei, che ha avuto un ruolo molto incisivo nella lunga e combattuta fase preelettorale di Enasarco.
Dalla ufficializzazione dei dati, il vertice uscente di Enasarco ha 45 giorni per convocare l’assemblea dei sessanta delegati che designerà il consiglio d’amministrazione a 15. Tra i 15 si determinerà poi la maggioranza necessaria, minimo 8 consiglieri, per assicurare la governance. Quindi entro novembre Enasarco dovrebbe finalmente avere la sua nuova guida.
E’ evidente, dai numeri, che il fronte diverso dalla lista prevalente, FarePresto!, è frastagliato ed eterogeneo, mentre al suo interno più di una entità si sta già muovendo per ipotizzare le geometrie politiche necessarie a costruire appunto la maggioranza di governo in Enasarco. Del resto, le due parole d’ordine di FarePresto! sono sempre state “trasparenza” e “discontinuità”. Due valori indiscutibili, salvo da parte di chi vorrebbe ad ogni costo la continuità…
 
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo