scenari | ethenea

Con i green bond la Germania risparmia 25 milioni all’anno

"È la cifra che risulta se ipotizziamo che il governo emetta un totale di 50 miliardi di euro in bond verdi e che lo sconto sui tassi di interesse salga a cinque punti base". Il commento di Volker Schmidt

La Germania zoppica, anche i ricchi piangono

“Sulla base del volume di emissione iniziale di green bond pari a 6,5 miliardi di euro, e con un rendimento che oggi è inferiore di due punti base rispetto ai titoli governativi convenzionali, il governo tedesco risparmierà 650 mila euro all'anno per i prossimi 10 anni”. Il commento di Volker Schmidt, senior portfolio manager ed esperto obbligazionario di Ethenea Independent Investors.

Se ipotizziamo che il governo possa emettere un totale di 50 miliardi di euro in obbligazioni verdi e che lo sconto sui tassi di interesse possa salire a cinque punti base, il risparmio in termini di interessi salirebbe a 25 milioni di euro l’anno.

Con l'introduzione dei green bond governativi, la Germania ha avviato la politica dei titoli gemelli. Infatti, il green bond a 10 anni ha esattamente la stessa scadenza e la stessa cedola dell'obbligazione sovrana ordinaria a 10 anni: entrambe scadranno il 15 agosto 2030 e hanno una cedola dello 0%.

Tuttavia, una differenza esiste, visto che al momento dell’emissione il green bond tedesco offriva un rendimento negativo del -0,46%, leggermente inferiore al -0,45% del bond convenzionale. In altri termini, questo è esattamente l'importo a cui gli investitori sono disposti a rinunciare per sostenere gli obiettivi di protezione del clima della Germania. 

Entro la fine del 2020, il governo tedesco prevede di collocare presso gli investitori un totale di 11 miliardi di euro in obbligazioni verdi ed emetterà quindi un green bond quinquennale nell’ultimo trimestre dell’anno, con un differenziale di rendimento, rispetto ai governativi classici, che potrebbe collocarsi ancora tra 1 e 2 punti base.

La politica dei titoli gemelli prevede la possibilità, per l'acquirente, di scambiare in qualsiasi momento il suo green bond con il gemello tradizionale. Tuttavia, saranno in pochi a farlo, poiché si può presumere che il gemello green avrà sempre un valore più alto del suo corrispettivo tradizionale.

Quest’ultimo dovrebbe essere leggermente più liquido, a causa del volume di emissione più elevato: un piccolo svantaggio per il green bond che viene però compensato dall'opzione di scambio. È probabile inoltre che lo sconto di rendimento tra uno a due punti base visto finora rappresenti soltanto l'inizio, data la domanda elevata di investimenti green.

Il governo tedesco si è confrontato con una domanda di 33 miliardi di euro per il suo primo green bond, quindi non stupirebbe se lo sconto si allargasse rapidamente verso i cinque punti base. Ora sarà interessante vedere quali sconti gli investitori sono disposti ad accettare a lungo termine nel momento in cui investono in titoli sovrani green.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo