Quantcast

Coronavirus

Acquisti online, Questa volta non è panico da lockdown

Sette italiani su dieci temono un secondo blocco generalizzato, ma l’osservatorio della piattaforma digitale ShopFully non registra corse alle scorte alimentari. Mentre si investe su beauty, casa e prodotti tech

Acquisti online, Questa volta non è panico da lockdown

Il timore di un secondo lockdown totale (scongiurato però dal Dpcm di ieri sera) o a macchia di leopardo (in ambiti geografici ben definiti) serpeggia tra gli italiani, ma questa volta non modifica le abitudini di spesa. Da una ricerca condotta da ShopFully, una tech company italiana che collega tramite app 30 milioni di consumatori digitali con 250 mila negozi fisici, emerge infatti che sette italiani su dieci sono preoccupati per il possibile arrivo di un secondo lockdown, ma meno di due su dieci affermano di voler fare scorte di alimenti non deperibili. La ricerca, che è il risultato di un'indagine sulle piattaforme di ShopFully che ha raccolto oltre 4.400 risposte, è quindi rappresentativa degli orientamenti del consumatore digitale. “La situazione è in costante evoluzione ed è difficile fare previsioni, ma un secondo lockdown è percepito come rischio dalla maggioranza degli italiani - commenta Marco Durante, VP Sales & Marketing Italia di ShopFully - Dalla ricerca emergono tuttavia tendenze positive, segno di fiducia nel sistema Paese nel suo complesso”. “I dati – aggiunge Durante - confermano per esempio che, anche in una situazione particolare come quella in corso, i consumatori non stanno modificando le loro abitudini e continuano a cercare con interesse le promozioni online, per poi completare l’acquisto nei negozi fisici, in tutta sicurezza.”

Nel dettaglio, dalla ricerca emerge che i principali acquisti in questa fase sono rivolti al mondo tech con il 30% del panel che dichiara che su questo settore si concentreranno i principali acquisti in vista di un possibile secondo lockdown e di probabili nuove indicazioni restrittive. Seguono i settori beauty e fashion e, più in coda con il 18% di preferenze, i prodotti di arredamento e bricolage. “In vista di nuovi irrigidimenti, emergono anche alcune tendenze relative a come gli italiani si stanno orientando per i loro acquisti e il loro shopping – spiega Durante - Per oltre la metà degli italiani a orientare gli acquisti saranno principalmente le promozioni consultate attraverso app e siti per preparare la spesa, in modo da essere più efficienti nelle visite in negozio". "Questo aspetto diventa particolarmente interessante anche in vista del Black Friday e dello shopping natalizio”, conclude Durante.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo