Quantcast

Npl

Patuelli: il 'calendar provisioning' irrigidisce il credito

Per il presidente dell’Abi le nuove norme della Bce sulle coperture dei crediti deteriorati tendono ad irrigidire l'erogazione del credito ed a scoraggiare i prestiti bancari a imprese e famiglie in una fase in cui le Istituzioni europee ed italiane incoraggiano, invece, nuove possibilità di finanziamenti per la resilienza e il rilancio dell'economia

Patuelli (Abi): "Con l'Rc Auto diminuite anche le rate dei mutui"

Antonio Patuelli, presidente dell’Associazione Bancaria Italiana (ABI)

"Occorre rendere flessibili normative pensate e decise ben prima della pandemia. Innanzitutto deve essere riformato il 'calendar provisioning' - le nuove norme della Bce sulle coperture dei crediti deteriorati - che tende ad irrigidire l'erogazione del credito ed a scoraggiare i prestiti bancari a imprese e famiglie in una fase in cui le Istituzioni europee ed italiane incoraggiano, invece, nuove possibilità di finanziamenti per la resilienza e il rilancio dell'economia". Lo ha affermato il presidente dell'Abi Antonio Patuelli, nell'avviare i lavori del comitato esecutivo dell'associazione al quale ha partecipato il ministro degli Affari europei, Vincenzo Amendola. "Inoltre occorre rivedere la nuova definizione di debitori 'in default', cioè non più in grado di rimborsare la banca come da impegni presi: le nuove regole dispongono modalità e criteri più stringenti per i crediti a imprese e famiglie". Il presidente dell'Abi ha espresso apprezzamento "per la tempestività delle strategie d'emergenza delle Istituzioni europee, di concerto con quelle della Repubblica Italiana, per rendere flessibili diverse rigidità normative precedenti e per favorire la ripresa dello sviluppo e dell'occupazione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo