Quantcast

Equilibri

Nagel: con Delvecchio e il suo gruppo costanza di rapporti telefonici

L'amministratore delegato di Mediobanca: abbiamo una conoscenza del gruppo Delfin e del suo fondatore e questo non può che favorire un'interazione positiva

Mediobanca, terzo trimestre con utile netto quadruplicato a 200 mln

Alberto Nagel, ad di Mediobanca

"Con Delfin come con altri azionisti regolari nel capitale di Mediobanca abbiamo un confronto costruttivo e continuo, perché questo è il nostro approccio da sempre. Abbiamo una conoscenza del gruppo e del suo fondatore e questo non può che favorire un'interazione positiva". Lo ha detto l'amministratore delegato di Mediobanca, Alberto Nagel, parlando ai giornalisti in conference call dei suoi rapporti con Leonardo Del Vecchio, da qualche tempo tra i maggiori azionisti della banca. A chi gli chiedeva se quindi ci fossero contatti costanti, "occasioni di incontro - sottolinea - è giusto che non ci siano per via del Covid. Con lui e il suo gruppo abbiamo però una costanza di rapporti telefonici perché è giusto sia così, tenuto conto che è un importante azionista ed è un imprenditore di cui abbiamo stima e esperienza di operazioni fatte insieme. Ma questo succede con tutti gli altri azionisti che lo chiedono”. Per quanto riguarda eventuali acquisizioni, Nagel ha affermato: "Rimaniamo interessati ad asset che abbiano un buon fit con la nostra piattaforma e che siamo operanti nel wealth management in Italia, quindi di fascia medio alta. Oggi siamo sempre attivi a capire il mercato, se presenta opportunità e finestre di intervento, che al momento non ci sembrano concrete, sia per l'andamento del mercato sia per il fatto che non ci sono asset in vendita".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo