InvestireTV
SCARICA DA
InvestireTV InvestireTV

prodotti

Bnp Paribas: certificate premi fissi step-down cash collect su azioni

La nuova serie propone di ottenere premi fissi nelle date di valutazione trimestrali a prescindere dall’andamento dell’azione sottostante

Trading online, Spectrum ha iniziato con il piede giusto

Bnp Paribas ha emesso una serie di certificate premi fissi step-down cash collect su singole azioni con premio fisso trimestrale compreso tra l’1,35% (5,4% p.a) e il 4% (16% p.a.) ed effetto step-down. Si tratta della prima emissione di cash collect di Bbp Paribas del 2020 che offre la certezza dei premi intermedi.

La nuova serie di certificati consente di ottenere premi fissi nelle date di valutazione trimestrali a prescindere dall’andamento dell’azione sottostante. Inoltre, a partire dal sesto mese di vita, i certificate possono scadere anticipatamente rimborsando il valore nominale, oltre al premio fisso.

A differenza dei normali cash collect, grazie all’effetto step-down, il livello di rimborso anticipato decresce durante la vita dei certificate. Tale livello è infatti pari al 100% del valore iniziale del sottostante il secondo trimestre e successivamente diminuisce del 5% ogni 3 mesi.

Se il certificate arriva a scadenza, fissata al 20 ottobre 2021 o al 20 ottobre 2022 a seconda del Certificate, sono possibili due diversi scenari: se il sottostante quota sopra al livello barriera, il certificate rimborsa il valore nominale e paga il premio fisso; se il sottostante quota sotto al livello barriera, posto al 70% o all’80% del valore iniziale, il certificate paga il premio fisso più un importo commisurato alla performance negativa del sottostante, con conseguente perdita sul capitale nominale.

Ad esempio, il certificate premi fissi step-down cash collect su Eni pagherà un premio fisso del 2,10% ogni trimestre. A partire dal sesto mese, qualora Eni quotasse al di sopra del livello di rimborso anticipato, il certificato pagherà il premio e rimborserà anticipatamente anche il capitale nominale (100 euro per certificate).

Il livello di rimborso anticipato di Eni è pari al 100% (ovvero 7 euro) il sesto mese, mentre scende del 5% ad ogni trimestre successivo. Ovvero 95% (6,65 euro) il terzo trimestre, 90% (6,3 euro) il quarto trimestre, 85% (5,95 euro) il quinto trimestre, 80% (5,6 euro) il sesto trimestre e 75% (5,25 euro) il settimo trimestre.

A scadenza, ad ottobre 2022, qualora il Certificate non sia scaduto anticipatamente, l’investitore riceverà il valore nominale di 100 euro più un premio del 2,10% anche in caso di discese di Eni fino al livello barriera (70% del valore iniziale, ovvero 4,9 euro). Qualora invece ENI si trovasse al di sotto del livello barriera, verrebbe comunque corrisposto il premio di 2,10% ma solo una parte, commisurata alla performance negativa di Eni, del capitale nominale.

“In un momento di mercato caratterizzato da elevata volatilità e incertezza, i certificate premi fissi step-down cash collect rappresentano una risposta alla domanda degli investitori di prodotti che offrano un rendimento periodico certo e un richiamo anticipato anche nel caso in cui il sottostante perda terreno", commenta Luca Comunian, head of marketing – gobal markets di Bnp Paribas corporate & institutional banking.

"Gli elementi distintivi di questa emissione sono due: il premio fisso trimestrale che permette di ottenere premi non condizionati all’andamento del sottostante e quindi  anche nel caso in cui le performance del sottostante siano negative, e l’effetto Step-Down che consente di facilitare il possibile rimborso anticipato abbassando la soglia di autocall”.

In particolare Bno Paribas ha lanciato 20 premi fissi step-down cash collect su azioni di primarie società quotate, italiane e straniere: Saipem (NL0015448333, NL0015448325), Unicredit (NL0015448341, NL0015448226), Banco Santander (NL0015448358, NL0015448242), Arcelor Mittal (NL0015448366, NL0015448283), Eni(NL0015448374, NL0015448200), Tenaris (NL0015448184), Leonardo (NL0015448192), Intesa Sanpaolo (NL0015448218), Fca (NL0015448234), Volkswagen(NL0015448259), Bayer (NL0015448267), Airbus (NL0015448275), CNH Industrial (NL0015448291), Telecom Italia (NL0015448309), Stmicroelectronics(NL0015448317).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo