InvestireTV
SCARICA DA
InvestireTV InvestireTV

Reti

Credem, la consulenza finanziaria punta su Emilia Romagna e Marche

La banca ha importanti progetti strategici di crescita a Parma, nel polo Modena/Bologna e nella fascia adriatica (Pesaro, Ancona, Jesi, San Benedetto del Tronto). Il focus è sulle sinergie tra la rete dei consulenti finanziari e gli specialisti corporate e small business nei territori storici della banca

Credem, la consulenza finanziaria punta su Emilia Romagna e Marche

Mario Drei, capo mercato della rete di consulenti finanziari Credem per Emilia Romagna e Marche

Credem prosegue nella strategia di crescita con investimenti per lo sviluppo anche nelle aree di storico radicamento come l’Emilia Romagna e le Marche. In particolare la rete di oltre 500 consulenti finanziari di Credem coordinata a livello nazionale da Moris Franzoni, anche nel 2021 sarà impegnata nella crescita territoriale consolidando e rafforzando la presenza nelle aree coordinate dal capo mercato Mario Drei con i regional manager Andrea Servi, Paolo Rossi e Pierluigi Reali.

Più in dettaglio, sarà aperto il nuovo point “Ducale” a Parma, mentre nel polo Modena/Bologna l’obiettivo è inserire almeno sei nuovi consulenti di elevato standing con consolidata esperienza nella gestione dei clienti di fascia elevata. Per quanto riguarda l’area adriatica (Pesaro, Ancona, Jesi, San Benedetto del Tronto) l’obiettivo è creare un nuovo team di otto professionisti. Il progetto di sviluppo avrà un forte focus sulle sinergie tra la rete dei consulenti finanziari e le strutture della banca, in particolare con gli specialisti corporate e small business nelle aree a maggior presenza storica del Gruppo Credem.

“Esaltare il modello di business Credem a “casa nostra”: perché no?”, commenta il responsabile della rete dei consulenti finanziari Credem Moris Franzoni. “La possibilità di esaltare le sinergie dove abbiamo una importante quota di mercato sarà sicuramente un vantaggio per chi vorrà condividere con noi i prossimi anni del suo viaggio da consulente imprenditore”, ha aggiunto Franzoni.

“Qual è la strada da percorrere a questo punto? Per molti quello che l’industria deve fare è tornare alle origini del mondo bancario”, ha dichiarato Mario Drei, capo mercato della rete di consulenti finanziari Credem per Emilia Romagna e Marche. “Sempre più spesso sentiamo parlare della necessità di andare oltre la semplice gestione finanziaria del patrimonio per offrire una consulenza a tutto tondo che tenga conto anche, e soprattutto, delle necessità imprenditoriali delle famiglie. Insomma”, ha aggiunto Drei, “è il momento di guardare in maniera concreta all’economia reale. Ed è qui che possiamo parlare di ritorno alle origini della consulenza finanziaria di alto livello, ovvero alla capacità di garantire una presenza locale e un servizio globale”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo