Quantcast

Sri

L'Esma precisa il quadro delle attività sostenibili dal punto di vista ambientale

Le proposte Esma mirano a garantire un'applicazione coerente degli obblighi informativi richiesti ai sensi del regolamento sulla tassonomia alle imprese non finanziarie e ai gestori di attività che rientrano nell'ambito di applicazione della direttiva sulle relazioni non finanziarie

Esma, opzioni binarie in purgatorio

L'Esma, autorità di regolamentazione dei mercati mobiliari dell'Ue, ha pubblicato il 5 novembre scorso un documento di consultazione in base al quale verrà redatta dall’Esma stessa la bozza di parere alla Commissione europea sull'articolo 8 del regolamento sulla tassonomia (Regolamento (Ue) 2020/852 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 giugno 2020, che istituisce un quadro per facilitare gli investimenti sostenibili e che modifica il regolamento (Ue) 2019/2088).

Questo regolamento definisce il contenuto, la metodologia e la presentazione degli indicatori chiave di performance (Key Performance Indicators - KPIs) la cui divulgazione è richiesta a imprese non finanziarie e gestori patrimoniali. La consultazione si concluderà il 4 dicembre 2020. L’Esma trasmetterà successivamente il suo parere finale alla Commissione Ue entro il 28 febbraio 2021

Le proposte Esma mirano a garantire un'applicazione coerente degli obblighi informativi richiesti ai sensi del regolamento sulla tassonomia alle imprese non finanziarie e ai gestori di attività che rientrano nell'ambito di applicazione della direttiva sulle relazioni non finanziarie.

L'Esma ha sensibilizzato i principali soggetti coinvolti nel progetto, allo scopo di elaborare nei tempi previsti il parere legato al documento di consultazione, procedendo inoltre, in stretta sinergia con le altre due autorità europee di vigilanza (Eba ed Eiopa), con lo scopo di armonizzare le raccomandazioni delle tre autorità in materia.

Le principali proposte formulate nel documento di consultazione riguardano:

per le imprese non finanziarie, il contenuto dei tre KPIs, ovvero la percentuale del fatturato, e le spese in conto capitale e operative relative ad attività sostenibili dal punto di vista ambientale che devono essere divulgate, insieme a considerazioni specifiche relative alla metodologia per la loro preparazione e presentazione;

per i gestori patrimoniali, un modello di calcolo dei KPIs basato sugli investimenti ammissibili, con suggerimenti sulle modalità per calcolare e presentare questi indicatori, uniformando i criteri di disclosure del modo in cui le attività sono destinate a finanziare attività economiche sostenibili dal punto di vista ambientale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo