Quantcast

Mercati

Stegeman (Triodos IM), “Serve il capitale privato per ottenere un cambio radicale”

Secondo lo strategist, gli investitori possono fare la differenza con il loro contributo nella transizione verso un'economia più sostenibile e meno vulnerabile nella fase post pandemica

Lombard Odier e l'Università di Oxford investono in sostenibilità

“Niente sarà più come prima”, hanno detto molti esponenti di governo all'inizio della pandemia. Con il tempo, e soprattutto con i lockdown che si sono avvicendati, l’affermazione, che a marzo sembrava un po’ fuori contesto, ha cominciato a prendere consistenza. Triodos Investment Management, asset manager totalmente focalizzato sugli investimenti sostenibili, ha pubblicato oggi un white paper sull’evoluzione degli investimenti in un mondo post Covid-19 che indaga proprio sulle trasformazioni necessarie per realizzare il nuovo modello economico che, secondo Triodos, potrà assicurare una duratura ripresa, e sul ruolo che gli investitori potranno svolgere nella fase di recupero.

La premessa del paper è che la crisi pandemica ha rappresentato un tremendo shock per il nostro sistema socio-economico, con enormi effetti temporanei e probabilmente anche strutturali. “Nei Paesi sviluppati queste conseguenze sono in primo luogo l'aumento del debito pubblico e privato, il moltiplicarsi dei fallimenti e la crescente disoccupazione – scrive Hans Stegeman, Chief Investment Strategist di Triodos IM, e autore del documento - Nei Mercati Emergenti si aggiungono anche l’aumento della povertà e delle disuguaglianze nell'istruzione e nello stato di salute della popolazione”. “Questi effetti senza precedenti devono creare consapevolezza dell’impossibilità di sostenere il nostro sistema attuale”, è la conclusione di Stegeman. Che ritiene che dovremo indirizzarci verso, "un'economia sostenibile, resistente e polivalente".

Il white paper mette a fuoco quindi tre aspetti importanti nel processo di transizione e nel relativo finanziamento: la costruzione, la conversione e la graduale eliminazione. “Costruzione di una nuova economia che offra spazio per nuove iniziative e nuove tecnologie. Conversione di modelli imprenditoriali insostenibili in alternative sostenibili. E graduale eliminazione delle aziende con prodotti o sistematiche operative chiaramente insostenibili”. Ma come finanziare il cambiamento? Secondo lo strategist, con i bilanci pubblici indeboliti o esausti, dopo che i governi hanno dovuto prima affrontare una crisi sanitaria e successivamente mitigarne gli effetti sull'economia, il capitale privato gioca un ruolo determinante nell’imminente fase di ricostruzione. "Gli investitori professionali possono e devono fare la differenza con il loro contributo alla transizione verso un'economia più sostenibile e meno vulnerabile", conclude Stegeman.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo