InvestireTV
SCARICA DA
InvestireTV InvestireTV

Mercati

Lomartire (Spdr Etfs ), “Ottimismo sull’Europa grazie al vaccino e alla distensione dei rapporti commerciali con gli Stati Uniti”

I titoli Usa a elevata capitalizzazione restano il maggiore sovrappeso e continuano a beneficiare di prospettive robuste per utili e vendite. Prospettive di lungo termine in peggioramento per il dollaro con periodici rally in ottica flight to safety

Arriva su Piazza Affari un nuovo Etf di State Street Ga

Francesco Lomartire, responsabile di Spdr Etfs State Street Ga Italia (da Youtube )

L’ultimo accordo per il lancio di un portafoglio absolute return in ETF innovativo è stato siglato pochi giorni fa con Cassa Lombarda, istituto specializzato nel private banking e nella gestione di patrimoni. La soluzione è stata messa a punto da State Street Global Advisors, divisione di asset management di State Street Corporation, e si basa su un approccio dinamico di asset allocation per fornire un percorso di investimento caratterizzato da un ribilanciamento fluido sulle asset class più coerenti con ogni situazione di mercato e particolarmente tempestivo grazie allo strumento degli Etf. La soluzione include inoltre un meccanismo di controllo del rischio che si basa sull'innovativo Market Regime Indicator (MRI), un indicatore proprietario che interpreta il sentiment del mercato.

A Francesco Lomartire, responsabile di SPDR ETFs per l’Italia, chiediamo appunto qual è il sentiment in questo momento complicato? “Anche se siamo consapevoli dei diversi rischi che potrebbero indurre volatilità di mercato, soprattutto le notizie positive sul fronte medico rafforzano la nostra crescente propensione al rischio”. Con queste premesse, quali sono le scelte di investimento più appropriate? “Nel complesso continuiamo a privilegiare le azioni globali, il credito e l'oro, mentre i REIT e i bond dei Paesi core sembrano meno attraenti”. Riguardo all’equity, su quali aree conviene puntare? “Da un punto di vista regionale, i titoli Usa a elevata capitalizzazione restano il nostro maggiore sovrappeso e continuano a beneficiare di prospettive robuste per utili e vendite – spiega Lomartire - Abbiamo anche un leggero sovrappeso sull’azionario europeo: se le valutazioni appaiono infatti favorevoli, la regione continua a essere in ritardo su base relativa. Tuttavia il miglioramento del sentiment su vendite e utili, così come i macro indicatori, hanno migliorato le nostre aspettative di rendimento in Europa, mentre la prospettiva di una distensione dei rapporti commerciali tra Stati Uniti ed Europa, unita al rialzo asimmetrico generato dai progressi sui vaccini, suggeriscono ottimismo”. E l’universo obbligazionario quali opportunità offre? “In questo ambito siamo decisamente propensi al rischio - afferma Lomartire - Le Banche centrali continuano infatti a fornire sostegno ai bond societari e, con la mancanza di alternative remunerative sui mercati obbligazionari, il credito dovrebbe continuare a trovare potenziali acquirenti”. Per quanto riguarda infine le valute? “Riteniamo che le prospettive a lungo termine per il dollaro Usa siano peggiorate. Mentre l'attuale incertezza economica legata alla pandemia si tradurrà probabilmente in periodici rally del dollaro in un’ottica flight to safety, nel lungo termine ci aspettiamo un apprezzamento dell'euro e della sterlina rispetto al biglietto verde", conclude Lomartire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo