InvestireTV
SCARICA DA
InvestireTV InvestireTV

Eventi

Ubi Top Private, "Collegati al futuro" prima di entrare in Intesa Sanpaolo Private Banking

La convention digitale dei professionisti dedicati al segmento di clientela più benestante, divisione di Ubi, ultimo atto in attesa - con l'anno nuovo - dell'entrata operativa nella galassia ISPB

Tommaso Corcos riconfermato a capo di Assogestioni

Tommaso Corcos, ad e dg di Fideuram- Intesa Sanpaolo Private Banking

La rete Ubi Top Private è destinata a confluire nel 2021 nel perimetro di Intesa Sanpaolo Private Banking, rete della divisione private del gruppo Intesa Sanpaolo.Era una delle conseguenze della riorganizzazione seguita all'integrazione tra Intesa Sanpaolo e Ubi che fin qui era passata un po' sotto-traccia. Ma da ieri con “Collegati al futuro” - questo nome della convention con cui Ubi Top Private ha celebrato, il 18 novembre, il suo primo incontro con la rete (in digitale) - sono stati fatti passi avanti importanti verso la nuova riconfigurazione della rete dedicata ai professionisti top.

Il “collegamento” è stato possibile attraverso il lavoro di squadra. Il top management, attraverso una scenografia real 3D, ha potuto rivolgersi ai colleghi in modo inusuale e inedito. Una convention nata per far sentire la vicinanza agli oltre 350 professionisti della rete Ubi Top Private, collegati alla diretta streaming. "Il fil rouge dell’evento digitale è da trovarsi in una metafora, quella del ponte: un mezzo di collegamento frutto della capacità dell’ingegno dell’uomo. Un’opera straordinaria, un simbolo di forza che non divide, bensì unisce", spiega una nota del gruppo.

All’evento sono intervenuti Tommaso Corcos, ad e dg di Fideuram - Intesa Sanpaolo Private Banking, Francesco Velluti, vicedirettore generale di Intesa Sanpaolo Private Banking, e Riccardo Barbarini, responsabile della Divisione Ubi Top Private. Durante la convention, i consulenti finanziari e i dipendenti di Ubi Top Private hanno potuto ascoltare quali saranno i progetti, le attività e gli obiettivi futuri di Intesa Sanpaolo Private Banking. Continuità, opportunità, comunicazione e formazione sono stati i quattro pilastri che hanno contraddistinto gli interventi dei top manager.

Corcos, l'ad e dg, ha così commentato: “Con i colleghi di Ubi Top Private condividiamo gli stessi valori e la stessa cultura aziendale. La nostra storia ce lo insegna: le società confluite all’interno di Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking, nel corso degli ultimi anni, sono state protagoniste di straordinari processi di crescita, in cui le specificità di ciascuna rete hanno costituito un punto di forza importante. Grazie alle competenze delle società che fanno parte della Divisione Private Banking del Gruppo Intesa Sanpaolo, i colleghi di Ubi Top Private disporranno di tutti gli strumenti per poter svolgere la propria attività, garantendo un servizio di altissima qualità. A loro va il mio più grande benvenuto, siamo felici di avervi tra noi”.

 
Velluti (nella foto a sinistra), il vice dg di ISPB, ha illustrato ai nuovi colleghi la struttura organizzativa e i punti di forza di Intesa Sanpaolo Private Banking: “Voglio dare il benvenuto ai colleghi di Ubi Top Private. Quella con Intesa Sanpaolo Private Banking è un’operazione importante, mi impegnerò perché divenga di successo. Intesa Sanpaolo Private Banking può contare su un brand forte e di valore. Il mio invito ai nuovi colleghi è di affrontare questa nuova avventura professionale con serenità e curiosità. E’ in questi particolari momenti che nascono nuove e importanti possibilità professionali”.

Infine  Barbarini (nella foto a destra), il responsabile della divisione Ubi Top Private, ha ricordato: “Ci stiamo unendo a una realtà che offre, a tutti coloro che le vogliono cogliere, grandi opportunità. Mi piacerebbe che ogni mio collega possa affrontare questa nuova sfida con lo stesso entusiasmo e la stessa determinazione che ha contraddistinto la nascita di UBI Top Private, quattro anni fa”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo