Quantcast

il ranking di ottobre

Fideuram in cima, Fineco e Banca Generali inseguono

I risultati raccolta netta delle reti di consulenti finanziari evidenziano un forte apporto della liquidità, indotto dai timori della pandemia

I migliori a gennaio: Brasile e metalli preziosi sugli scudi

La liquidità, indotta dai timori della pandemia, è la voce protagonista nella raccolta delle reti di consulenti finanziari a ottobre. Prendiamo il caso del gruppo Fideuram (Fideuram, Intesa Sanpaolo PB, Sanpaolo Invest e IWBank), gli afflussi netti sono pari alla cifra monstre di 1,1 miliardi di euro ma il risparmio gestito (che di solito fa la parte del leone) pesa per appena 107 milioni di euro. Gap consistente è osservabile anche nel caso della seconda, terza e quarta classificata del ranking Assoreti che sono FinecoBank con 665 milioni di euro di cui 183 in gestito, Banca Generali con 613 milioni di cui 155 in gestito, e Banca Mediolanum con 325 milioni e 74 in gestito. Anche nelle retrovie della classifica si assiste a questo sbilanciamento nella raccolta a favore della liquidità: un esempio emblematico è rappresentato da Widiba con 112 milioni di raccolta netta positiva e un risultato negativo nel gestito di -1,6 milioni. Facile immaginare che i flussi del mese di novembre faranno emergere una forte ripresa del gestito come conseguenza del travaso di liquidità. Fanno eccezione Allianz Bank (262 milioni di raccolta netta totale di 272 milioni in gestito) e Azimut (80 milioni di totale e 116 nel gestito), dove la liquidità cede invece il passo a una produzione centrata sul risparmio gestito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo