InvestireTV
SCARICA DA
InvestireTV InvestireTV

Outlook

"Villamin (Ubp), “La politica fiscale guiderà la ripresa nel 2021”

Secondo lo strategist è da ipotizzare un aumento, anche se volatile, dell’inflazione. Prospettive al rialzo per l’oro, mentre proseguirà il bear market del dollaro

"Villamin (Ubp), “La politica fiscale guiderà la ripresa nel 2021”

Norman Villamin, Chief Investment Officer Wealth Management di UBP

Il 2021 dovrebbe segnare una ripresa della crescita globale poiché la politica fiscale prenderà sempre di più le redini degli stimoli rispetto alla politica monetaria. E' questo il nucleo dell'outlook 2021 stilato da Norman Villamin, Chief Investment Officer Wealth Management di UBP che, oltre agli allentamenti della politica, prevede un aumento - anche se volatile - dell'inflazione a livello globale. Guardando ai singoli asset, a guidare l’equity - secondo lo strategist - dovrà essere la selezione dei titoli e la bussola dovrà essere la crescita degli utili, criterio da applicare anche a titoli e settori che presentano valutazioni elevate. Le strategie long/short, inoltre, offrono un modo per attutire gli attacchi di volatilità, specialmente nelle tematiche ad alta volatilità. In ogni caso le opportunità di trasformazione "a ciclo lungo" rimangono in assoluto le migliori scelte: “Posizioni cicliche di qualità offrono opportunità tattiche con la ripresa delle vendite - spiega Villemin - I principali temi di lungo periodo sono il fintech, il green tech e il mercato interno cinese. Il Paese infatti dovrebbe aumentare l'assistenza sanitaria e le soluzioni online”.

Passando al reddito fisso, la chiave per ottenere rendimenti obbligazionari, anche modesti, nel 2021 sarà la selezione bottom up, ovvero quella che si basa su strategie che tralasciano le condizioni economiche e settoriali più generali ma che viene messa a punto su una selezione di singoli titoli o di singoli mercati. In ogni caso la volatilità bidirezionale dei tassi di interesse rimane la nuova battaglia contro le pressioni deflazionistiche dopo gli sforzi di reflazione fiscale e monetaria. “I rendimenti delle obbligazioni societarie aggiustati per l'inflazione sono una potenziale risposta alla politica delle banche centrali”, spiega Villemin. Quanto alle valute, il bear market del dollaro proseguirà a beneficio di euro, franco svizzero, dollaro canadese, australiano e neozelandese. L'oro, infine, offre un potenziale di upside nel 2021, poiché l'inflazione tende al rialzare la testa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo