Quantcast

Criptovalute

Bitcoin, Savona: bisogna regolamentarli, e in fretta

Per il presidente della Consob, le criptovalute spiazzano le attività ordinarie come il dollaro o l'euro, quindi le banche centrali devono entrare al più presto nel sistema

Ci risiamo, il Bitcoin torna sull’ottovolante

Bitcoin? ''Bisogna regolamentare". Lo ha detto Paolo Savona, presidente Consob, in un’intervista a Restart in onda su Rai2. "Non è vero che non siano usati. C'è gente che si è fatta la piattaforma, soprattutto in Cina, in quantità infinite, spiazzando le banche centrali. Per ora la dimensione non è molto importante ma se guardiamo i grafici di queste attività di trasformazione, da maggio in poi, con la crisi, sono balzate alle stelle. Si parla di 200 miliardi di dollari", prosegue. Il problema di fondo? ''Siccome lentamente spiazzano le attività ordinarie come il dollaro o l'euro, le banche centrali devono entrare nel sistema e fare in fretta. La Cina è in grado di possedere le informazioni di tutte queste transazioni, se vuole e anche la Bce lo deve fare, rapidamente. Il futuro è quello. Le banche centrali devono avere l'informazione e poter controllare tutte le transazioni, se vogliamo combattere l'evasione fiscale e la creazione di volume di moneta, perché altrimenti sfugge'', conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo