InvestireTV
SCARICA DA
InvestireTV InvestireTV

Outlook

S&P, La ripresa degli EM si rafforzerà dalla metà del 2021

Il Pil medio dei Mercati Emergenti (Cina esclusa) aumenterà del 5,9%, dopo una contrazione del 6,1% nel 2020

Mercati emergenti, alla ricerca di liquidità e aziende resilienti

L’opinione di quasi tutti gli strategist è che i mercati, anche quelli Emergenti (più brillanti in questa fase rispetto a quelli occidentali), siano fondamentalmente in balìa di un vaccino. Dopo un solido rimbalzo nel terzo trimestre, la dinamica di crescita degli EM è infatti rallentata e le prospettive a breve termine devono fare i conti con la ripresa dei contagi in Europa, negli Stati Uniti e in diversi Paesi chiave dell’area emergente. Per S&P Global Ratings l'ipotesi di base quindi è che la ripresa dell’area EM si rafforzerà a partire dalla metà del 2021, quando sarà disponibile un vaccino sicuro ed efficace. “Prevediamo che il Pil medio degli EM (Cina esclusa) aumenterà del 5,9% nel 2021, dopo una contrazione del 6,1% nel 2020 - è scritto nel report di S&P - La nostra previsione di base non è sostanzialmente cambiata rispetto a due mesi fa, ma le proiezioni aggiornate implicano una contrazione meno profonda sull’anno (+0,3%), ma anche un rimbalzo leggermente più debole nel 2021 (-0,3%)”.

In ogni caso, nonostante percorsi di ripresa più graduali per la maggior parte delle economie asiatiche emergenti, le previsioni di crescita per la Cina e l'India rimangono sostanzialmente invariate. "Anche così, la maggior parte dei mercati emergenti asiatici dovrebbero tornare ai livelli di Pil pre-pandemia (quelli del quarto trimestre 2019) il prossimo anno", è scritto nel report. Secondo S&P anche le economie europee emergenti raggiungeranno i livelli pre-pandemici già nel 2021, nonostante la recente battuta d'arresto nella ripresa. Quanto alle principali economie dell'America Latina, che sono state in assoluto tra le più colpite dalla crisi economica da Covid-19, S&P prevede che saranno anche tra le più lente a riprendersi. “Abbiamo rivisto le nostre previsioni di crescita del Pil 2020 per le cinque maggiori economie latinoamericane e stimiamo una contrazione del 7,3 per cento - scrivono gli strategist - Tuttavia, la nostra previsione per il 2021 rimane sostanzialmente invariata con una crescita del 3,8%, il che implica che entro la fine del prossimo anno la regione sarà ancora del 3% circa al di sotto del suo livello di Pil pre-pandemico".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo