Quantcast

Mercati

Rossignoli (Moneyfarm), "Il 2020 è stato un anno positivo per gli investimenti"

Nonostante il mondo sia in preda a una durissima recessione, l’economia globale ha mostrato una certa resilienza. Nel medio periodo resteranno rilevanti i fattori macroeconomici di base come l'abbondanza di liquidità, i tassi bassi e l'inflazione sotto controllo. I giganti del tech hanno guadagnato un livello di fiducia tale da essere diventati quasi dei porti sicuri

Rossignoli (Moneyfarm), "Il 2020 è stato un anno positivo per gli investimenti"

Roberto Rossignoli, Portfolio Manager di Moneyfarm

“Un anno difficile, ma positivo per gli investimenti, con tutte le linee Moneyfarm che chiudono con il segno positivo, preservando i rendimenti accumulati durante lo scorso ciclo”. Roberto Rossignoli, Portfolio Manager di Moneyfarm, stila il bilancio del 2020, “che è positivo, ma questo esito non era scontato qualche mese fa, quando la reale portata dell’emergenza era ancora ignota e i money manager sono stati chiamati a compiere scelte impegnative per proteggere il capitale degli investitori, fronteggiando un’incertezza senza precedenti nella storia recente”.

Come spiega lo strategist, siamo entrati nel 2020 alla fine di un ciclo di espansione durato dodici anni, un periodo che ha dato enormi soddisfazioni agli investitori e che un anno fa, di questi tempi, veniva celebrato come il "mercato toro" più duraturo di sempre. Il ciclo cominciava, tuttavia, a mostrare alcuni segnali di maturità, con la profittabilità di molte asset class che sembrava limitata e la volatilità in crescita negli ultimi mesi dell’anno. “Questa situazione ci aveva già portati a ridurre il rischio dei portafogli nella seconda metà del 2019, una scelta che li ha resi più resilienti nelle settimane della crisi”, dice lo strategist. In particolare a marzo, quando i mercati hanno subito una delle correzioni più violente della storia dei mercati finanziari. “Una prova interessante per strategie come la nostra, che utilizzano gli ETF per costruire la propria allocazione: questi strumenti si sono dimostrati liquidi anche in una situazione di mercato estrema, permettendoci di operare con sicurezza”, dice Rossignoli.

In ogni caso l’intervento delle Banche centrali e dei governi, insieme alla convinzione che l’emergenza sanitaria sarebbe rientrata in tempi brevi, ha fatto partire ad aprile un rally sostenuto principalmente dall’azionario. Come spiega Rossignoli la ripresa non ha interessato tutti i settori in egual misura, ma è stata guidata da quelle aziende – soprattutto quelle tecnologiche ad alto potenziale di crescita - che sono già state le protagoniste degli ultimi cinque anni e che hanno continuato a prosperare nell’economia della pandemia, rappresentando l'infrastruttura di un mondo che opera e lavora a distanza. “Il rally azionario è stato un fenomeno del tutto finanziario – dice Rossignoli - Tuttavia, nonostante il mondo sia in preda a una durissima recessione, non possiamo negare che l’economia globale abbia mostrato una certa resilienza, soprattutto nelle economie più avanzate, sia dal punto di vista del tessuto economico che dal punto di vista sanitario: e questa è un’altra conferma della validità di un approccio agli investimenti globalmente diversificato come quello di Moneyfarm”.

Ma che cosa ci ha insegnato il 2020? “I giganti del tech hanno guadagnato un livello di fiducia tale da essere diventati quasi dei porti sicuri - afferma Rossignoli - Siamo nel vivo di una rivoluzione industriale e questo è un macro-trend che premia determinate aziende indipendentemente dalla crisi economica generata dal Covid ed è destinato a restare”. “Inoltre – aggiunge lo strategist - il 2020 ci ha insegnato quanto le Banche centrali sono fondamentali nel sistema finanziario e che l’abbondanza di liquidità caratterizzerà anche gli anni a venire con il settore pubblico che giocherà un ruolo molto importante nel medio termine”. “Se la politica farà le mosse giuste l’economia globale saprà ancora generare sviluppo e progresso e gli investitori potranno contribuire e beneficiarne investendo sui mercati finanziari”, conclude Rossignoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo