Quantcast

LE STAR DEI VACCINI IN BORSA NEL 2020/JOHNSON & JOHNSON

Una valutazione corretta che non dipende granché dal vaccino

Alla scoperta dei titoli delle aziende farmaceutiche produttrici dei vaccini per il Covid -19 grazie alla Scf specializzata sul mondo biotech J. Lamarck. L’analisi è relativa alla società Johnson & Johnson, la più grande società farmaceutica mondiale

Un titolo valutato correttamente che non dipende granché dal vaccino

Alla scoperta dell'andamento dei titoli delle aziende farmaceutiche produttrici dei vaccini per il Covid -19 nel 2020 grazie alla Scf specializzata sul mondo biotech J. Lamarck. L’analisi continua con una scheda della società Johnson & Johnson, con un diagramma sul percorso del titolo lo scorso anno e un giudizio sintetico sulle potenzialità dello stesso.
 
Johnson & Johnson è la più grande società farmaceutica mondiale. Fondata nel 1886, ha il suo quartier generale situato a New Brunswick (New Jersey, USA). Produce farmaci, apparecchiature mediche e prodotti per la cura personale e l'automedicazione. Le sue azioni sono quotate presso la Borsa di New York e fanno parte dell'indice Dow Jones. Ha una divisione prodotti di consumo a Skillman (New Jersey) e vanta circa 230 filiali che operano in 57 diversi stati, mentre i suoi prodotti sono venduti in 175 diversi paesi. La sede italiana e il principale stabilimento produttivo si trovano a Pomezia (Roma).

Vaccino COVID19: JNJ-78436735. In Novembre, la società ha ripreso il reclutamento, l'arruolamento e la vaccinazione in tutti i trial clinici del vaccino sperimentale Janssen (la divisione farmaceutica di J&J) contro Covid-19 dopo lo stop temporaneo comunicato circa un mese fa per osservare e valutare la malattia di un volontario arruolato per i test. Le sperimentazioni negli Stati Uniti, in Sudafrica e in alcuni paesi dell'America Latina sono già in corso. Dopo aver consultato le autorità regolatorie Ue, sono ripartiti anche i trial clinici europei. Saranno ripresi gli studi di Fase 2 in Germania, Paesi Bassi e Spagna, così come lo studio di Fase 1/2 in Belgio. La società prevede di avere i risultati dello studio di fase III entro la fine dell'anno o all'inizio del prossimo e di produrre fino a 1 miliardo di dosi nel 2021. Viene ribadito l'impegno ad offrire al pubblico un vaccino contro Covid-19 accessibile, su base non-profit, per l'uso in emergenza nella pandemia.

 
L'andamento del titolo Johnson & Johnson, quotato a Wall Street (performance al 18/12/20), nel 2020 e il commento di J. Lamarck:

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo