Quantcast

Riconoscimenti

Banca Generali vince gli Italian certificate awards

La Banca guidata da Gian Maria Mossa premiata con il Premio “Best Distribution Network Reti Private”

Banca Generali vince gli Italian certificate awards

Il vicedg di Banca Generali Andrea Ragaini e Melania D’Angelo, responsabile di Bg Certificates Hub

È Banca Generali la Miglior Rete Private italiana nel campo dei certificates. Il riconoscimento è arrivato ieri sera in occasione dell’edizione 2021 degli Italian certificate awards che, per il secondo anno consecutivo, è stato attribuito alla rete di consulenti del Leone guidata dall’ad Gian Maria Mossa.

A confermare il successo del progetto di Banca Generali è stata la flessibilità con il quale è stato affrontato il 2020: dai massimi storici di gennaio al peggior crollo di sempre; dalla ripresa del post lockdown ai timori legati alla seconda ondata di coronavirus fino alla scoperta del vaccino di novembre, i collocamenti sono stati calibrati per poter sfruttare al meglio le varie condizioni di mercato attraverso soluzioni tattiche e innovative. Principalmente sono state 5 le fasi di collocamento del 2020 per Banca Generali  a cui corrispondono altrettante fasi di mercato: una fase iniziale con i listini che toccavano i massimi in cui l’obiettivo è stato proteggere il capitale da eventuali correzioni attraverso capitali protetti e barriere super conservative; una campagna Strike Min in concomitanza con il primo lockdown per intercettare il punto di minimo dei mercati; una terza fase dedicata ai Fast Trigger e Outperformance per cavalcare la prima di rimbalzo dei mercati; uno scenario di normalizzazione durante l’estate che è stata cavalcata attraverso collocamenti di soluzioni One Star, Click On con rendimenti oltre il 20% annuo; e infine, nell’ultima parte dell’anno, il lancio del Phoenix Memory Portfolio.

“Siamo felici di questo riconoscimento che premia il nostro sforzo per trasformare i certificati da prodotti di yield enhancement a strumenti di asset allocation tattica per i private bankers – commenta Melania D’Angelo, responsabile di Bg Certificates Hub di Banca Generali, che aggiunge -. Il 2020 è stato un anno particolarmente complesso per i mercati finanziari che hanno costretto gli investitori ad affrontare livelli di volatilità equiparabili a quelli della crisi del 2008. In questo contesto, abbiamo lavorato tutto l’anno per mettere a disposizione dei nostri consulenti una gamma di strumenti in grado di elevare il livello di diversificazione nei portafogli della clientela, sfruttando al meglio le particolari condizioni del mercato. Sfruttando il nostro innovativo approccio multipartner e tailor made, abbiamo calibrato attentamente i collocamenti in public offer e quelli in private placement così da massimizzare le potenzialità dei certificati e riducendone al minimo il livello di rischio”.

Nato a fine 2018, il progetto Bg Certificates Hub di Banca Generali ha già collocato oltre 1,2 miliardi di nozionale in certificati. L’innovativo approccio multi emittente e l’attenta selezione dei sottostanti hanno contribuito a trasformare questo strumento in un valido aiuto per i 2mila private bankers nell’elevare il livello di diversificazione nei portafogli della clientela professionale. A questo, Banca Generali ha inoltre associato una gamma di strumenti di supporto a 360 gradi che copre tutte le fasi del certificato, dalla sua ideazione su misura fino al post vendita.

Giunti alla loro 14esima edizione, gli Italian Certificate Awards sono l’annuale appuntamento organizzato da Certificate Journal che premia i protagonisti del mondo dei certificates. I riconoscimenti vengono assegnati da una giuria pubblica composta dai professionisti del settore e da una giuria tecnica, formata da esperti provenienti dal campo finanziario italiano e internazionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo