Quantcast
InvestireTV
SCARICA DA
InvestireTV InvestireTV

Rivedi la puntata

Scolari (Ascofind) a InvestireNow: “Consulenti finanziari, nel mirino c'è albo e certificazione Ue”

Il presidente dell’associazione delle Società di consulenza finanziaria (Scf), fa il punto sulla revisione della Mifid 2 e sull’avvio del processo di unificazione nella regolamentazione dell’attività dei consulenti finanziari a livello continentale

Scolari (Ascofind) a InvestireNow: “Consulenti finanziari verso l’albo e la certificazione europea”

“Il 2020 è stato un eccellente anno per le Società di consulenza finanziaria”, ha esordito Massimo Scolari, presidente di Ascofind, l’associazione di categoria delle Scf, nella puntata di InvestireNow condotta da Marco Muffato. “Le Scf hanno infatti visto raddoppiare il loro numero nell’arco di un anno: oggi sono 44 le realtà nel perimetro Ocf che offrono il proprio servizio di consulenza indipendente ai risparmiatori. Una dimensione che comincia a essere interessante visto che le imprese di consulenza finanziaria in ambito Ue non superano le 500. Scolari si è soffermato sul tema della regolamentazione dando “un giudizio complessivamente positivo sull’applicazione della Mifid 2, la seconda versione della direttiva europea sui servizi d’investimento, pur se gli effetti positivi si vedono più chiaramente nei tempi lunghi” e osservando che “naturalmente una normativa della complessità della Mifid è per forza di cose soggetta a ‘un tagliando’. Il Consiglio europeo sta lavorando alla terza versione della direttiva con le proposte di revisione che arriveranno sul tavolo comunitario già nel 2021 e con una probabile nuova direttiva per il 2022”. Scolari ha anche offerto la sua personale visione su quello che andrebbe modificato con la Mifid 3. “Trovo la classificazione tra clienti retail e professionali radicalmente sbagliata. Il cliente professionale andrebbe valutato come tale non per l’importo di capitale e le operazioni effettuate ma per il suo livello di competenze. Mi auguro che il legislatore opti per questa direzione”.
Scolari ha anche aggiornato su una importante modifica che amplierebbe il raggio d’azione dei consulenti finanziari oltre gli attuali confini nazionali. “La commissione europea”, ha aggiunto Scolari, “con il supporto tecnico dell’Esma sta lavorando a un progetto di certificazione europea dei consulenti finanziari volti a ottenere una etichetta comune. Un progetto prodromico alla creazione di un albo unico europeo dei consulenti finanziari che potrebbero così operare su tutto il territorio comunitario”.
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo