Quantcast

Bond

Union Bancaire Privée amplia la sua offerta di obbligazioni convertibili

Covid-19 diffonde il contagio e... i social bond

Segnali della crescente importanza dei bond sociali vengono dalle banche, specialmente da quelle dei Paesi più colpiti dalla pandemia

Union Bancaire Privée, UBP SA (UBP) arricchisce la sua gamma dedicata alle obbligazioni convertibili con due nuove strategie tematiche innovative: l’UBAM - Global Sustainable Convertible Bond e l’UBAM - Global Tech Convertible Bond, comparti della SICAV UBAM (UCITS). Con 1,7 miliardi di euro di patrimonio gestito in obbligazioni convertibili e forte della sua expertise che risale al 1999, UBP riafferma, con il lancio dei due fondi, la sua ormai forte convinzione verso questa asset class, e verso i temi dell’innovazione e della finanza sostenibile.

L’UBAM - Global Sustainable Convertible Bond punta ad offrire agli investitori l’opportunità di beneficiare dei vantaggi delle obbligazioni convertibili globali, in particolare della convessità del loro profilo di rischio-rendimento rispetto alle azioni, in un universo di investimento sostenibile. La selezione dei titoli integra rigorosi criteri ambientali, sociali e di governance (ESG) e un’analisi extra-finanziaria proprietaria. Tale processo copre tutte le caratteristiche specifiche di questa asset class ibrida e le considerazioni che possono avere un impatto significativo sui risultati delle aziende, come il cambiamento climatico. Sul piano finanziario la strategia applica l’approccio già consolidato negli anni di UBP alle obbligazioni convertibili, basato su un’analisi fondamentale della qualità del credito e delle prospettive di crescita di medio/lungo periodo delle emittenti.

«UBP è un pioniere nel campo delle obbligazioni convertibili responsabili, avendo lanciato in Europa il suo primo fondo di questo tipo quasi dieci anni fa. Questo nuovo fondo globale riflette la continuità del nostro impegno per gli investimenti sostenibili. Siamo più che mai convinti che le società con modelli di business che integrano le opportunità e i rischi ESG siano meglio posizionate per generare una crescita solida a lungo termine», ha commentato Marc Basselier, head of Convertible Bonds di UBP.

L’UBAM - Global Tech Convertible Bond investe in obbligazioni convertibili globali nel campo della tecnologia. Il suo obiettivo è sfruttare la natura convessa delle convertibili per offrire agli investitori un accesso ai titoli tecnologici in un contesto di volatilità ridotta rispetto a un investimento azionario. La strategia è basata su un approccio quantitativo, senza bias di selezione, e si caratterizza per un’allocazione incentrata sulla convessità e la liquidità.

Marc Basselier ha aggiunto: «Le imprese del settore tecnologico sono particolarmente esposte a tendenze secolari (dalla digitalizzazione dell’economia all’innovazione nel settore della salute), il che le rende particolarmente interessanti. L’universo delle convertibili tecnologiche si distingue per la profondità di mercato e per il dinamismo, offrendo una gamma sempre più ampia di opportunità.»

Nicolas Faller, Co-Ceo asset management e head institutional sales di Ubp, ha commentato: «Questi due fondi testimoniano l’attenzione di Ubp all’ innovazione e la sua capacità di concepire soluzioni sostenibili in asset class non tradizionali. Le obbligazioni convertibili rappresentano un segmento di punta della nostra offerta e intendiamo proseguire nello sviluppo di questo segmento per continuare a proporre strategie innovative e all’avanguardia.»

L’UBAM - Global Sustainable Convertible Bond e l’UBAM - Global Tech Convertible Bond sono gestiti dal team Convertible Bonds  di UBP, basato a Parigi e guidato da Marc Basselier. Il team, composto da cinque gestori, ha un track record di oltre vent’anni in questa asset class. Le nuove soluzioni d’investimento saranno disponibili in Belgio, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Singapore, Spagna e Svizzera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo