Quantcast

Trimestrali Usa

Lundie (Federated Hermes), “Le ottime trimestrali Usa scongiurano il rischio-bolla”

I risultati del quarto trimestre delle quotate sull’S&P500 battono le stime sia di utile che di fatturato. Secondo lo strategist è anche l’effetto della liquidità messa a disposizione dei consumatori a partire dallo scorso aprile. E il trend potrebbe continuare nel 2021

Lundie (Federated Hermes), “Le ottime trimestrali Usa scongiurano il rischio-bolla”

Fraser Lundie, Head of Credit per la divisione internazionale di Federated Hermes

Se è vero che le trimestrali delle aziende Usa, diffuse in settimana, rappresentano un indice importante per prevedere il surriscaldamento dei mercati, allora possiamo dire che la temuta bolla sembra per ora scongiurata. Oltre l’80% delle società che hanno già pubblicato i risultati del quarto trimestre appartenenti all’S&P500 hanno infatti battuto le stime sugli utili, e oltre il 70% le stime sul fatturato. E questo è avvenuto nell’anno della pandemia, che proprio in Usa è stata particolarmente pesante. “Le trimestrali statunitensi hanno mostrato una solidità sorprendente, sostenute da una crescita continua da parte delle società meglio posizionate ormai da lungo tempo all’interno del segmento tecnologico, insieme al miglioramento dei ricavi nelle aree più cicliche del mercato che erano state significativamente danneggiate nelle prime fasi della pandemia”, conferma Fraser Lundie, Head of Credit per la divisione internazionale di Federated Hermes. “Interpreto questi numeri sul fronte delle vendite – aggiunge lo strategist - come la testimonianza che tanto i consumatori quanto le imprese stiano incrementando le rispettive voci di spesa e, con una quota di risparmio florido e una certa dose di liquidità a disposizione dei consumatori, non ci stupirebbe se questo trend andasse avanti”.

Secondo Lundie l’elemento più interessante delle trimestrali americane sono i margini di profitto. “Sono questi ultimi che testimoniano come un'economia in uno stato di salute migliore possa incrementare gli utili delle aziende più colpite dalla pandemia”, dice lo strategist. Che sottolinea come una quota significativa dei costi dell'industria pesante e dei produttori rientra nell’ambito dei cosiddetti costi fissi, e che quindi, quando gli introiti calano durante una fase di recessione, i profitti scendono più significativamente che in altre aziende. “Nella fase di uscita da una recessione però, quando gli introiti migliorano, questa stessa "leva operativa" porta a un aumento molto deciso dei profitti proprio perché i costi sono stabili”, dice Lundie. Che spiega: “Per esempio, i produttori di materiali hanno registrato un incremento degli introiti in media del 2% durante l’ultima stagione delle trimestrali, ma i loro utili sono saliti del 17% guidati proprio dal rimbalzo dei margini operativi”.

Ma questo trend si confermerà anche nel 2021? Secondo lo strategist, il momentum legato alla performance finanziaria potrebbe dover fronteggiare alcune sfide nel corso dell'anno, con l'incertezza legata alla pandemia che difficilmente verrà meno a breve. “Detto questo – aggiunge Lundie - siamo molto incoraggiati dalle tendenze nel rendicontare le tematiche legate alla sostenibilità e ci aspettiamo che il trend continuerà ad accelerare”. Mentre le questioni in ambito Esg e la loro rilevanza finanziaria hanno un peso diverso a seconda del settore di appartenenza, con il cambiamento climatico, identificato come uno dei maggiori rischi per l'umanità, nel 2020 un numero crescente di società di differenti settori - dalle banche ai produttori di energia - si sono impegnate nel cammino verso la riduzione delle emissioni annunciando obiettivi a lungo e medio termine sul tema. “In generale privilegiamo le aziende che incorporano in maniera proattiva i propri sforzi Esg nell’ambito della loro strategia a lungo termine. I leader da questo punto di vista stabiliscono obiettivi e traguardi specifici e dettagliano come li raggiungeranno", afferma Lundie. Che conclude: "Ovviamente è anche fondamentale che le aziende dimostrino come le loro iniziative Esg si traducano concretamente dal punto di vista di migliori risultati finanziari”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo