Quantcast
InvestireTV
SCARICA DA
InvestireTV InvestireTV

scenari | vanguard

Etf e fondi indicizzati, i sottostanti ideali delle unit-linked

"Un maggiore ricorso a Etf e fondi indicizzati come sottostanti per unit-linked e polizze multiramo permetterà di unire i vantaggi di queste soluzioni ai benefici del prodotto assicurativo". Il commento di Simone Rosti

"Quasi tutti sono ormai consapevoli del contesto caratterizzato dai bassi tassi di interesse. Sempre più, risparmiatori e consulenti finanziari temono che gli obiettivi di integrazione previdenziale non possano essere raggiunti tramite le tradizionali assicurazioni sulla vita o soluzioni assicurative pensionistiche, tanto meno mettendo da parte la liquidità o facendo ricorso ai conti di risparmio". Il commento di Simone Rosti, Rresponsabile di Vanguard per l’Italia.

 I bassi ritorni corrisposti da queste soluzioni, combinati con l’inflazione, portano alla costituzione di un capitale limitato. Ecco perchè oggi i prodotti assicurativi di tipo unit-linked godono di una crescente popolarità.

I loro costi elevati hanno però influito notevolmente sul successo di queste soluzioni. Riteniamo che un maggiore ricorso a Etf e fondi indicizzati come sottostanti per unit-linked e polizze multiramo permetterà di unire i vantaggi di queste soluzioni, come basso costo, efficienza e diversificazione, ai benefici del prodotto assicurativo.

I consulenti finanziari utilizzeranno sempre più le unit-linked come veicolo, insieme a Etf e fondi indicizzati come sottostanti, in quanto ciò può rappresentare il mix migliore a livello di prodotto per i propri clienti (veicolo efficiente e sottostante efficiente) e un mezzo per ridurre i costi, mantenendo però il più appropriato livello di servizio.

Crediamo che per avere successo, però, investitori e consulenti debbano naturalmente essere guidati da alcuni principi di investimento fondamentali:

  1. Formulare obiettivi d'investimento chiari e appropriati
  2. Sviluppare un'adeguata asset allocation con sottostante ampiamente diversificato
  3. Mantenere una prospettiva e una disciplina nel lungo termine
  4. Minimizzare i costi.

Al fine di raggiungere l’obiettivo di un patrimonio sostenibile nel lungo termine, è necessario rispettare il principio di diversificazione tra le classi di attività che aumenta le possibilità di reddito e riduce il rischio del singolo investimento. Anche sotto questo punto di vista le unit-linked rappresentano per gli investitori una soluzione semplice: all'interno di un unico prodotto si possono sfruttare le opportunità di ritorno di un portafoglio ampiamente diversificato e con un alto grado di trasparenza. I clienti sanno sempre esattamente come sono investiti, perché gli Etf replicano il rispettivo indice sottostante.

In una unit-linked, come per tutte le soluzioni di investimento, il ritorno dell'investimento dipende anche dai costi. Costi elevati del sottostante riducono i ritorni, soprattutto nel lungo periodo. Ogni centesimo in più di commissioni, infatti, diminuisce il risultato netto per l'investitore. E sono proprio i sottoscrittori che, scegliendo un sottostante piuttosto che un altro, influenzano direttamente il livello dei costi e la distribuzione degli asset durante il periodo di investimento. 

È fondamentale capire che i costi sono l'unico parametro che gli investitori possono controllare fin dall'inizio, oltre a un'asset allocation basata su obiettivi di lungo termine, orizzonte d'investimento e capacità di sopportare il rischio tenendo conto della durata del periodo di investimento.

Etf e fondi indicizzati hanno commissioni significativamente più basse rispetto a quelle applicate dai fondi a gestione attiva e, quindi, soprattutto nel lungo periodo, hanno quasi sempre risultati migliori. In questo senso, sembra logico che un numero crescente di compagnie assicurative integri queste soluzioni nelle proprie unit-linked.

Nella scelta di un emittente di Etf e dei suoi prodotti, infine, la compagnia di assicurazione e il cliente devono comunque considerare alcuni aspetti. 

Innanzitutto, la scelta dell’indice che si vuole replicare. Gli indici differiscono per il numero totale di titoli inclusi, per i criteri tramite cui singoli paesi sono classificati in diverse regioni e per la distinzione tra paesi sviluppati ed emergenti. Per quanto riguarda i costi, è bene sapere che i fornitori degli indici applicano diversi costi che influiscono sulle commissioni del rispettivo Etf. Gli emittenti di Etf che utilizzano indici a costi bassi possono trasferire questo vantaggio di costo ai loro investitori.

Gli Etf o i fondi indicizzati scelti come sottostanti per una unit-linked dovrebbero essere inoltre orientati all'accumulazione di un capitale nel lungo periodo. In quest’ottica, gli Etf o fondi indicizzati con copertura ampia delle asset class strategiche sembrano particolarmente adatti.

Di base, infatti, le soluzioni che replicano trend, settori o strategie d'investimento di nicchia e tematici sono meno adatte per obiettivi di risparmio di lungo termine. Possono dare soddisfazioni nel breve, ma difficilmente rispondono al principio fondamentale della prospettiva di lungo termine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo