Quantcast

Mercati

Rivelle (TCW): “Nel mondo post-crisi si annida il mostro dell’inflazione”

Secondo lo strategist, il costo di sostenere artificialmente l’economia è ancora percepito come trascurabile. Tuttavia una semplice riduzione del tasso di spesa in disavanzo potrebbe innescare una doppia recessione

Ig Europe raggiunge il 1,7 milioni di turbo 24 scambiati

Le misure adottate da governi e Banche centrali hanno indubbiamente tenuto la nave a galla nella più strana crisi economica della storia. Ma arriverà mai un momento opportuno per lasciare che la natura faccia il suo corso? Per il momento, la risposta è facile: la Federal Reserve non ha motivo di farsi da parte, poiché il costo di sostenere artificialmente l’economia è percepito come trascurabile. “Stampare nuova moneta non ha ancora causato alcun problema evidente - afferma Tad Rivelle, Chief Investment Officer Fixed Income di TCW - Ma se qualcosa è insostenibile, prima o poi finirà”. Le valute fiat - ovvero le valute nazionali non ancorate al prezzo di una materia prima, ma legate alla fiducia nei confronti dell’autorità che la emette - prosperano grazie proprio alla fiducia nel fatto che siano un deposito di valore affidabile. “Se ciò venisse meno, la Fed perderebbe il potere di "comprare adesso, pagare dopo", anche se solo in modo incrementale – dice Rivelle – La perdita di fiducia non accadrà da un giorno all'altro, ma le conseguenze sono evidenti: maggiore inflazione”.

Secondo lo strategist, se l’inflazione dovesse manifestarsi di nuovo e i tassi si muovessero al rialzo, la Fed potrebbe rimpiangere amaramente la noncuranza con cui ora dispensa miliardi su miliardi. Quindi, quanto potrà durare l'attuale regime monetario? “Non abbiamo risposte certe, ma penso che la Fed continuerà ad “alimentare il mostro”, e i mercati dei capitali, per ora, ricambieranno l'amore”, risponde Rivelle. “Tuttavia – avverte lo strategist - una semplice riduzione del tasso di spesa in disavanzo – per esempio dal 15% al 10% del Pil - potrebbe innescare una doppia recessione”. "Dopo tutto, ci troviamo in un nuovo mondo, e le navi sono state date alle fiamme: si presenteranno opportunità come raramente se ne sono viste, ma anche pericoli", conclude Rivelle. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo