Quantcast
InvestireTV
SCARICA DA
InvestireTV InvestireTV

Rivedi la puntata

Gaziano (Soldi Expert Scf): "Che senso ha inserire Amazon, Facebook, Google e Tesla nei fondi Esg?"

A sua volta Roberta Rossi di Soldi Expert Scf, nella puntata di InvestireNow condotta da Marco Muffato, affonda sui prodotti di economia reale, "rappresentano una grandissima opportunità per l'industria del risparmio, meno per i risparmiatori"

I primi vent’annidella consulenza indipendente

 Dopo una settimana di puntate di InvestireNow dedicate all’8 marzo, la giornata della donne, a teorizzare la parità donna-uomo nelle professioni del settore finanziario, ecco chi della parità tra i due sessi ha fatto la propria bandiera: Roberta Rossi e Salvatore Gaziano, coppia di successo nella vita privata e in quella professionale, attraverso la straordinaria esperienza di Soldi Expert Scf (Salvatore è il fondatore e amministratore; Roberta è la  responsabile della consulenza personalizzata). Sono stati ospiti di Marco Muffato, caporedattore di Investire a InvestireNow per dialogare sulle nuove frontiere della consulenza finanziaria, dove fidarsi e dove no nel perimetro sempre più variegato di soluzioni d’investimento presenti sul mercato. Con punti di vista spesso molto diversi dalle opinioni correnti sui temi caldi del settore del risparmio. Si pensi al mondo Esg, cui sono collegati i prodotti d’investimento (fondi comuni in particolare) caratterizzati dalla totale attenzione alla sostenibilità, per il quale Gaziano palesa i suoi dubbi. “Tutti siamo per un pianeta più pulito, contro la fame nel mondo, pur essendo presenti nei nostri portafogli dei fondi Esg, c’è una certa incoerenza dietro l’applicazione pratica di questo acronimo che rischia diventare una moda di corto respiro nel settore del risparmio. In molti fondi Esg c’è un problema di selezioni dei titoli: ne fanno parte Facebook, Amazon, Google, Tesla che a nostro avviso non dovrebbero esserci per una questione di rispetto degli stakeholder, degli azionisti e degli stessi Stati. C’è una tematica di elusione fiscale che fa riflettere: Oltre 250 miliardi di dollari all’anno di tasse che spariscono attraverso triangolazioni con i paradisi fiscale, elusione che interessa proprio le aziende citate. E che dire di Tesla con l’investimento nel bitcoin, l’investimento più energivoro che esista, si può definire un’azienda sostenibile? Esg, interpretato correttamente, vuol dire anche rispetto dei propri clienti e dei propri azionisti che non devono essere trattati come munche da mungere. Fare prodotti Esg e proporre soluzioni con caricamenti occulti del 4-5% è una enorme contraddizione”.

C’è poi il capitolo dei prodotti di economia reale, nel private market rivolti ai risparmiatori retail, dai fondi private equity, a quelli di venture capital, dal private debt agli Eltif fino ai Pir alternativo. Sui quali si esprime la Rossi. “Quello dei prodotti illiquidi è una grandissima opportunità sì ma soprattutto per l’industria del risparmio gestito, non c’è dubbio.  C’è anche una bella narrazione sul sostegno dell’economia produttiva acquiistando questi prodotti, ed è anche vero che investire in questi strumenti dà luogo ad agevolazione fiscali, però si vende qualcosa che non esiste, l’attesa di rendimenti più elevati che possono anche non arrivare e che richiedono un capitale paziente per almeno 7-8 anni. Tutto questo mentre i rendimenti storici dei mercati azionari sono stati eccezionali e quindi non si capisce perché adesso i prodotti sui titoli quotati non vadano più bene. Non c’è solo il rischio dell’illiquidità, il tasso di mortalità delle aziende è alto, non ci sono informazioni sullo sviluppo del business delle società non quotate a differenza invece delle società quotate. Di fatto si firma una delega in bianco al gestore, che si fa pagare anche per le società esaminate che poi non mette in portafoglio”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo