Quantcast
InvestireTV
SCARICA DA
InvestireTV InvestireTV

Mercati

Giappone, Performance positive e utili in crescita per il mercato azionario

Secondo Gam, il Sol levante ha le maggiori possibilità di ripresa tra i mercati industrializzati. Previsti utili in crescita del 6-10% all'anno per le aziende quotate nel lungo periodo

Giappone, il grande incompreso dei mercati

Sarebbe il Giappone, secondo Reiko Mito, Investment Director di GAM Investments, il Paese con maggiori possibilità ripresa tra i Paesi industrializzati. “La situazione sanitaria relativa al Covid-19 è migliore rispetto ad altri mercati sviluppati. Inoltre nel settore manifatturiero, gli ordini di macchinari - che sono un indicatore del battito cardiaco del Giappone - si sono ripresi bene negli ultimi mesi insieme agli ordini globali di controllo numerico per macchine utensili e robot industriali”, afferma Reiko. Secondo lo strategist poi la pandemia avrebbe accelerato una serie di cambiamenti strutturali nella vita quotidiana, come il passaggio allo shopping online, all'intrattenimento in streaming e al lavoro da remoto, che vede le aziende giapponesi pronte a raccogliere la sfida. "Stiamo assistendo alla crescente importanza della fusione tra online e offline ("online merge offline", o OMO) - dice Reiko - Le aziende in grado di adottare rapidamente l'OMO probabilmente sopravviveranno meglio ed emergeranno più forti dopo questa crisi economica". Secondo lo strategist di Gam, questo è vero non solo nel campo dei consumi, come i rivenditori di abbigliamento e beni per la casa, ma anche nel settore del business to business (B2B), come le vendite di hardware e software aziendali o la fornitura di servizi di manutenzione a distanza.

“Crediamo che il mercato azionario giapponese sarà in grado di generare performance positive nel 2021- dice Reiko - La ripresa infatti è appena iniziata”. Gli utili trimestrali di dicembre delle quotate giapponesi hanno infatti mostrato un miglioramento rispetto al trimestre precedente. Ed è opinione dello strategist che, a partire da quest'anno, la crescita degli utili su base annua si materializzerà in quanto i fondamentali si stanno riprendendo dopo che i principali indicatori hanno toccato il fondo intorno a maggio 2020. Anche il mercato azionario dovrebbe reagire in linea con il miglioramento di questa traiettoria. ”Ci aspettiamo una forte ripresa degli utili quest'anno e prevediamo che raggiungeranno nuovi massimi storici nell'anno finanziario 2022/23 dopo il precedente picco nel 2018”, conferma Reiko. Che aggiunge: "Strategicamente manteniamo la nostra opinione secondo cui le aziende quotate potrebbero veder crescere gli utili netti dal 6% al 10% all'anno nel lungo periodo. Tenendo conto di ciò, i multipli P/E forward post pandemia del Giappone rientrano in un range di 12-15 volte, un dato che è attraente rispetto ai livelli storici". Quanto ai settori, il preferito è quello industriale: "Sull'onda di una forte ripresa nella vicina Cina, negli Stati Uniti e su scala globale, i produttori giapponesi di macchinari e componenti godono di forti ordini da parte di vari clienti di settori come l'elettronica, l'automotive e le industrie generali", conclude Reiko.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo